Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Conte: da Austria e Grecia misure discriminatorie inaccettabili

Roma, 3 giu. (askanews) - Per il presidente del Consiglio Giuseppe Conte le restrizioni sui viaggi minacciate o annunciate da Austria e Grecia nei confronti dei turisti italiani sono "decisioni discriminatore inaccettabili". "In realtà non vi è motivo che l'Austria, la Grecia o altri paesi adottino misure discriminatorie nei confronti dell'Italia. Non vorrei che l'Italia dovesse pagare il prezzo di una grande trasparenza e di un lavoro fatto con la massima severità, precauzione e trasparenza, fin qui compiuto", ha spiegato Conte in conferenza stampa nel cortile di Palazzo Chigi. "È per questo che il ministro Di Maio con tutta la Farnesina, ma anche Franceschini, Amendola e Speranza, ciascuno per le proprie competenze, si stanno dando tanto da fare proprio per evitare che si possa arrivare a delle decisioni discriminatorie nei confronti del nostro paese che non ritengo affatto accettabili. Ci stiamo lavorando e sono sicuro che convinceremo i nostri amici, in questo caso d'Oltralpe, che non è assolutamente giustificata un'iniziativa del genere", ha attaccato.