Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Passione e tempesta nell'album di Dardust "Storm and drugs"

Milano, 14 gen. (askanews) - "S.A.D. Storm and drugs" è il nuovo album del pianista, compositore, e produttore Dario Faini, che con il suo alter ego Dardust, ha intrapreso un viaggio musicale, tra tre città. "E' una sorta di esploratore, che fa viaggio sia fisico che creativo. Ho tracciato questi tre luoghi, Berlino - Reykjavìk - Londra, e il terzo viaggio è stato importante perchè ha chiuso questa fase di esplorazione". Il disco è un percorso tra la vita dal bambino che era all'uomo che è oggi, passando attraverso tempeste emozionali e senso di riscatto. "Storm and drugs è una sorta di divertissement sullo "Sturm und Drang", corrente tedesca di fine Settecento che ha inaugurato il preromanticismo. Mi sembrava il concetto ideale per il periodo che stavo vivendo, molto tempestoso. Mi sono trovato con la sensazione di non avere più un tetto, mi sono trovato nudo dentro una tempesta. Ovviamente ho declinato Drang, che è l'impeto in drugs, che vuol dire droga, ma che rappresenta il concetto della dipendenza, anche affettiva. Quindi può anche significare come diventare indipendente e maturo e vivere quella beautiful solitude, la solitudine meravigliosa che è poi la zona finale di arrivo del disco". Si tratta di un progetto di musica strumentale capace di unire il mondo pianistico minimalista all'attuale immaginario elettronico di matrice Nord Europea. "In Dardust mi piaceva per parlare a più persone nel mondo, togliere le melodie dal testo e non dare una mappa narrativa precisa. Mi piace pensare che in qualsiasi parte del mondo chi ascolta la mia musica pò proiettarci quello che vuole". Dopo aver girato tutta l'Italia nel 2019 con il "Lost in space" tour, Dardust tornerà live da febbraio 2020 con lo "Storm and drugs live" con cui si esibirà in Italia e all'estero.