Autonomia, Di Pardo: questo schema con i Comuni non ha funzionato

In 20 anni i Lep non sono stati individuati

03.12.2019 - 19:03

0

Roma, 3 dic. (askanews) - Lo schema individuato per rilanciare il processo di autonomia differenziata è stato già utilizzato per i comuni e non ha funzionato perché né i Livelli essenziali delle prestazioni (Lep), né i fabbisogni sono stati individuati e poi perché il fondo di perequazione, che dovrebbe funzionare in modo uniforme sul territorio, non ha dato risorse sufficienti ai comuni, traducendosi in una lesione dei diritti.

A spiegarlo è stato l'avv. Salvatore Di Pardo, fondatore e titolare dello Studio Legale Di Pardo, che ha promosso il tavolo di lavoro "Il sistema economico italiano tra autonomia differenziata e centralismo burocratico".

"Lo schema del Governo mi pare corretto - ha sottolineato Di Pardo - s'individuano innazitutto i livelli essenziali delle prestazioni (Lep) che dovranno essere erogate e il fabbisogno standard, cioè le risorse che queste Regioni dovranno avere per erogare questi servizi di cui diventano titolari. Il problema - ha spiegato - è che questo stesso schema è stato già utilizzato per i Comuni ma abbiamo visto che non ha funzionato perchè in 20 anni i livelli essenziali delle prestazioni non sono ancora stati individuati. Non ha funzionato perchè i fabbisogni standard non sono stati correttamente individuati perchè si è fatto riferimento al costo storico che fotografa una situazione e non consente un miglioramento e uno sviluppo delle aree più arretrate.

Non ha funzionato perchè il fondo di perequazione, cioè quel fondo che deve garantire ai Comuni che non hanno risorse i fondi aggiuntivi per poter erogare servizi essenziali in modo uniforme su tutto il territorio, è un fondo orizzontale che si finanzia solo con le risorse dei Comuni, non è integrato dallo Stato e, quindi, i Comuni non hanno risorse sufficienti per garantire i servizi essenziali. Questo - ha aggiunto l'avv. Di Pardo - si traduce in una lesione dei diritti dei cittadini che vengono trattati in modo diseguale in contrasto con le norme costituzionali. Questo rischio si ripropone anche nell'ipotesi di autonomia differenziata".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

La casa di carta, quarta serie su Netflix dal 3 aprile. Nairobi vive o muore? Fioccano le indiscrezioni Video
televisione

Video La casa di carta, quarta serie dal 3 aprile. Nairobi vive o muore?

"Fu allora che iniziò la guerra". Finiva con questo annuncio la terza serie de "La casa di carta", la seguitissima fiction Netflix che racconta la storia (di fantasia) della banda capace di mettere a segno il più audace colpo della storia criminale della Spagna. L'ultima puntata ci aveva lasciato con il fiato sospeso: Nairobi colpita a morte, un blindato della polizia fatto saltare in aria dai ...

 
Banksy: il murale delle renne con il senzatetto commuove Instagram
Da vedere

Banksy: il murale delle renne con il senzatetto commuove Instagram

Un video pubblicato su Instagram da Banksy commuove ed emoziona i follower dello street artist inglese. Un nuovo murale è apparso a Birmingham: due renne trainano una panchina, reale non disegnata, dove riposa un senzatetto. Ripreso in un video condiviso sui social con la canzone natalizia “I’ll be home for Christmas” cantata da Joy Williams, come colonna sonora. Boom di like e commenti per il ...

 
InVista Lombardia, lo speciale settimanale

InVista Lombardia, lo speciale settimanale

(Agenzia Vista) Lombardia, 09 dicembre 2019 InVista Lombardia, lo speciale settimanale - Segre e Casellati visitano il Memoriale della Shoah di Milano - Trenord, presentato a Milano il nuovo ETR 521 - L'accensione dell'albero di Natale in Piazza Duomo a Milano Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev agenziavista.it

 
La casa di carta, quarta serie su Netflix dal 3 aprile. Nairobi vive o muore? Fioccano le indiscrezioni Video

televisione

Video La casa di carta, quarta serie dal 3 aprile. Nairobi vive o muore?

"Fu allora che iniziò la guerra". Finiva con questo annuncio la terza serie de "La casa di carta", la seguitissima fiction Netflix che racconta la storia (di fantasia) della ...

09.12.2019

Belen e la maestra di tango insieme, la lezione di ballo sensuale che incanta i fan - video

Social

Belen e la maestra di tango insieme, la lezione di ballo sensuale che incanta i fan - video

Belen Rodriguez e il tango. Una passione che da argentina ha nel sangue. Un ballo dove rivela tutta la sua sensualità e per migliorarlo ricorre a lezioni da una maestra ...

09.12.2019

Confonde Antonello Venditti con Lucio Battisti: un'altra gaffe per Diletta Leotta

Il caso

Confonde Venditti
con Battisti: un'altra gaffe
per Diletta Leotta

Periodo sfortunato per Diletta Leotta che, dopo l'errore al "Gran Galà del Calcio" con il portiere dell'Inter Samir Handanovic, incappa in un'altra gaffe. Questa volta, nel ...

09.12.2019