Europa e ambiente, le battaglie di quelli "Nati dopo l'89"

Foto-reportage al Goethe Institut: Dresda, Bonn, Bari e Trieste

08.11.2019 - 18:30

0

Roma, 8 nov. (askanews) - Il volto scelto per la locandina della mostra-reportage "Nati dopo l 89" è quello di Hannah, una studentessa di Bonn di 18 anni. Per lei, che ama il film cult sulla Stasi "Le vite degli altri", la Ddr e la Guerra fredda "sono vicende irrealistiche, quasi storie fantasy". Hannah è uno dei 20 giovani, tutti under 30, ritratti nella mostra all istituto di Via Savoia a Roma, e in contemporanea in altre 10 città italiane (da Venezia a Palermo), che fanno parte di un progetto del Goethe Institut realizzato dal fotografo Ignacio Maria Coccia e dal giornalista Matteo Tacconi per raccontare la generazione post-Muro in Germania e in Italia, 30 anni dopo la caduta del Muro di Berlino.

Quattro le città scelte per scovare i ragazzi, studenti o lavoratori: Dresda, nella ex Germania dell Est, Bonn, nell Ovest, nonché ex capitale della Germania occidentale, Trieste, città di frontiera multiculturale e Bari, più a Sud, sempre sull Adriatico, al tempo della Guerra fredda un muro d acqua.

La cosa che appare più evidente, è che i giovani intervistati non sono più influenzati dalla storia del Muro di Berlino. Le loro battaglie, 30 anni dopo la caduta, sono l Europa e l ambiente. Joshua, giovane giornalista di Bonn, ad esempio, ha tentato di vivere tre mesi senza plastica.

Non ci è riuscito, la plastica è ovunque. Anche il suo collega di Dresda, ad esempio, David (ragazzo con la bandiera europea*), è un ambientalista convinto, e anche a Bari, la studentessa universitaria Agata, organizza i Fridays for Future (la terza ragazza di Bari, quella seduta sulla panchina).

In Italia l'89 è più lontano, più sfumato. A Trieste si avverte di più il 91, per esempio, l anno del crollo della Jugoslavia. Per Nikola (Ragazzo di Trieste NR 2), membro della comunità serba: "Mentre i tedeschi e gli europei nell 89 guardavano con ottimismo al futuro, in Jugoslavia si viveva il clima cupo che precedette la guerra".

A Bari l'89 è ancora più lontano. Per i giovani un momento spartiacque è la crisi economica del 2008-2009. E forse è anche per questo che l Europa non fa più sognare come una volta. Ma resta comunque necessaria. Philip, architetto 23enne di Dresda, ha capito l importanza di far parte dell Unione Europea di fronte alle difficoltà burocratiche della sua ragazza albanese in Germania; mentre per Luca, giornalista barese di 22 anni, l'Europa è frontiere aperte ma anche sfide e ostacoli.

La mostra è anche interattiva ed è un progetto per le scuole, tutte le informazioni al link

https://www.goethe.de/ins/it/it/kul/sup/d89.html

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

"I Reali stanno Tornando, serve guida stabile", l'annuncio di Emanuele Filiberto su Twitter

"I Reali stanno Tornando, serve guida stabile", l'annuncio di Emanuele Filiberto su Twitter

(Agenzia Vista) Roma, 14 novembre 2019 I Reali stanno Tornando Italia ha bisogno di guida stabile l'annuncio di Emanuele Filiberto su Twitter "Sta arrivando il momento. È per me un dovere, ma anche un grande onore, annunciarvi l’imminente ritorno della Famiglia Reale" - così Emanuele Filiberto su Twitter. Il tweet riporta l’hashtag #irealistannotornando. Fonte: Agenzia Vista / Alexander ...

 
Tensioni tra manifestanti e Polizia nel corteo contro Salvini a Bologna

Tensioni tra manifestanti e Polizia nel corteo contro Salvini a Bologna

(Agenzia Vista) Bologna, 14 novembre 2019 Tensioni tra manifestanti e Polizia nel corteo contro Salvini a Bologna La manifestazione contro la presenza di Matteo Salvini a Bologna per l'apertura della campagna elettorale. / courtesy E'TV Bologna Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Il corteo anti-Salvini sfila per le strade di Bologna

Il corteo anti-Salvini sfila per le strade di Bologna

(Agenzia Vista) Bologna, 14 novembre 2019 Il corteo anti-Salvini sfila per le strade di Bologna La manifestazione contro la presenza di Matteo Salvini a Bologna per l'apertura della campagna elettorale. / courtesy E'TV Bologna Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Elena Arvigo

CASPERIA

Al teatro "Non domandarmi di me, Marta mia"

Fa riferimento a uno dei carteggi più appassionanti e allo storia d’amore tra Luigi Pirandello e l’attrice Marta Abba lo spettacolo "Non domandarmi di me, Martia mia" di ...

07.11.2019

All'Auditorium San Giorgio dopo Savagnone concerto d'organo e percussioni

RIETI

All'Auditorium San Giorgio dopo Savagnone concerto d'organo e percussioni

La sfida di interessare ragazzi di diverse età ad un repertorio come quello contemporaneo colto, è perfettamente riuscita. Con il suo entusiasmo e con la freschezza e ...

26.10.2019

Conversazioni sul futuro, aspettando il mondo che verrà con Cristina Pozzi

RIETI

Conversazioni sul futuro, aspettando il mondo che verrà con Cristina Pozzi

Conversazioni sul futuro, uno sguardo sul mondo che verrà: si chiama così il nuovo progetto che la Fondazione Varrone propone alla città a partire da venerdì 25 ottobre. La ...

21.10.2019