Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, gestione impianti sci Terminillo. Bizzoca: "Si faccia chiarezza"

L.S.
  • a
  • a
  • a

L’affidamento della gestione degli impianti di risalita continua a tenere banco e soprattutto a preoccupare in vista dell’imminente avvio della stagione. L’amministrazione comunale continua a ostentare sicurezza “perché alla fine una soluzione si troverà” assicurano. Sarà anche vero ma il tempo passa inesorabile e al momento l’unica prospettiva sta nel vecchio gestore, la Società Funiva che ha già fatto sapere più volte di non volerne sapere di rimettere in funzione impianti ormai obsoleti. E neanche la Commissione Cultura, Sport, Università, Turismo, Tempo Libero del Comune di Rieti che pure aveva tra i punti all’ordine del giorno la complessa situazione degli impianti sciistici del Terminillo imbiancati dai primi fiocchi di neve della stagione.

 

 

“Nonostante la presenza dell’assessore allo Sport e vicesindaco Chiara Mestichelli e l’assessore ai Lavori pubblici, Claudia Chiarinelli - sottolinea il consigliere comunale di T’Immagini, Gabriele Bizzoca -. Ci troviamo ancora al punto di partenza, quello in cui - in attesa del nuovo bando di gara per la gestione degli impianti di risalita. Infatti si discute dell’affidamento diretto a “Funivia”, di proprietà di Flavio Formichetti, fino a marzo 2023. Tutto questo senza fretta, d’altra parte siamo solo a metà novembre. Una situazione della quale, nonostante le due ore di Commissione, abbiamo stentato a comprendere i dettagli. Glissando sul fatto che tutte le valutazioni legate al valore delle strutture, data la complessità della questione, richiederanno un lungo iter procedurale che, seppure non dovesse far saltare la stagione, la metterebbe senz’altro a repentaglio, a preoccupare è l’impossibilità di avere maggiori particolari di suddetta trattativa”.

 

 

Per Bizzoca è stato inutile formulare domande specifiche perché la risposta sarebbe stata sempre la stessa: “Se ne sta occupando il sindaco” ha commentato in sede di Commissione la vicesindaco e assessore Mestichelli, “rimanendo sempre assai vaga sugli estremi del confronto a seguito alle sollecitazioni dei consiglieri d’opposizione. Non è informata? Male: una trattativa riguardante questo ambito ricade anche nelle sue competenze e il sindaco non può tenerla all’oscuro. È informata ma rifiuta di parlarne? Peggio: così facendo rischia di alimentare sospetti e illazioni sui termini di cui si sta discutendo” sottolinea Bizzoca. “Quella tra il Comune e è la società “Funivia” non è una negoziazione fra privati. A prescindere da come si concluderà è giusto che si elimini l’inspiegabile alone di mistero che la caratterizza. Chiediamo al sindaco e all’assessore di fare chiarezza” conclude il consigliere Gabriele Bizzoca.