Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

K42 Italia, sul Terminillo vincono l'argentino Diego Simon e Raffaella Tempesta

  • a
  • a
  • a

Spettacolo in quota. Si è chiusa oggi l’edizione 2022 della K42 sul Terminillo, unico appuntamento italiano della K42 Series Adventure Marathon, il più famoso circuito internazionale di maratone off-road. Grandissima la prestazione dell’argentino Diego Simon che alla sua prima volta alla K42 Italia conquista la vittoria sulla gara da 45 km chiudendo in 5h46’44. Ottima la prova di Raffaella Tempesta (7h13’11): l’atleta di casa della ASD Parks Trail Promotion è l’unica donna a chiudere la gara entro le 10 ore limite previste dal regolamento e si riconferma campionessa sul Terminillo, dopo aver vinto sulla stessa distanza nel 2019 e la 15 km nel 2021. Sulla distanza corta la vittoria va a Giacomo Forconi (1h 33’27), per il secondo anno consecutivo, e Michela Santini (2h21’ 11).

 

 

Sveglia all’alba e partenza accompagnata dal freddo per la K42. Oltre 70 gli atleti al via, pronti a percorrere un anello di 45 km e 3310 m D+, con partenza e arrivo a Pian de' Valli a Terminillo. Nel mezzo, tra i sentieri che portano sulle vette del Terminillo, immersi nella natura selvaggia che abita il territorio, le difficili salite al Santuario di San Giuseppe e quella finale verso l’aerea cresta Sassetelli, con un dislivello rispettivamente di 700 e 840 metri. Giro di boa nel centro storico medievale di Leonessa, antico borgo in quota. È Diego Simon, uno dei big del trail internazionale, a guadagnare subito la testa della gara tenendo fino al traguardo, chiuso con 42 minuti di vantaggio davanti a Giacomo Polverini e al runner dell’atletica Leggera Mentana ASD. Sempre al comando anche Raffaella Tempesta, che stacca di netto le inseguitrici chiudendo, unica tra le donne in gara, dentro il tempo limite imposto dal regolamento. Dietro di lei, ad appena 6 minuti dalla chiusura delle 10 ore, Morena Passalacqua.

 

Tanti i runner al via per la 15 km, circa 150, che si sono sfidati sul percorso più breve ma caratterizzato dalle difficili discese che ogni anno mettono in difficoltà anche i migliori della disciplina. Giacomo Forconi (Trail Running Project ASD) domina la K15, dopo essersi liberato nella prima parte dell’attacco del giovanissimo Matteo Rossi, dell’atletica Vomano, taglia per il primo il traguardo davanti all’abruzzese. Dietro di loro chiude il podio a sorpresa Simone Proietti (Lazio Outdoor), autore di un’ottima prestazione. Tra le donne è Michela Santini, campionessa italiana 2019 di Triathlon Medio ad aggiudicarsi la vittoria della K15, alla sua prima partecipazione, con il tempo di 2 ore 21’15, davanti all’atleta della SSD Runner Trainer A R.L. Claudia Salvatore e Sandra Doria, della Trail Running Project ASD.