Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Super Mattia Furlani vince l'oro anche nell'alto (2,15) agli europei under 18 di Gerusalemme

  • a
  • a
  • a

Strepitosa doppietta per Mattia Furlani che si laurea campione europeo del salto in alto con la misura di 2,15. Il reatino della Studentesca ora in Fiamme Oro porta a casa la seconda medaglia d’oro dalla rassegna allievi di Gerusalemme, in Israele, dopo aver vinto quella nel lungo riscrivendo il primato italiano under 18. Una doppietta sensazionale dell'atleta-simbolo della manifestazione per aver conquistato due titoli individuali. E ancora con una prova di carattere e di qualità agonistiche straordinarie.

 

 

Il salto vincente alla seconda prova, una quota che soltanto l’azzurro riesce a superare dopo aver rischiato di rimanere fuori dal podio. Alla misura precedente di 2,13 sbaglia per due volte, in una gara iniziata senza problemi a 2,04, 2,08 e 2,11, e si ritrova quinto in classifica, prima di andare a segno con il terzo e ultimo tentativo per risalire al terzo posto provvisorio.

 

 

Poi il colpo di classe del talento allenato dalla mamma Khaty Seck e dal papà ex altista Marcello (2,27 di personale) non lascia scampo agli avversari: secondi a pari merito il cipriota Michalis Christofi e il polacco Jakub Walecki con 2,13, quarti invece il greco Andrea Mita e l’altro atleta di Cipro, Georgios Yiazos, sempre a 2,13. Per il 17enne reatino anche un salto nullo a 2,20 cercando di migliorare il record personale (2,17 nella scorsa stagione). (foto Fidal.it)