Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Finale play off, la Sebastiani batte Agrigento (73-63). Mercoledì in Sicilia per la A2

  • a
  • a
  • a

Una Sebastiani battagliera e combattiva non molla di un centimetro e si prende con la forza Gara 4 delle Finali Playoff. Una prestazione quella amarantoceleste che permette una vittoria pesantissima che porta la serie a Gara 5. Nel 73-63 da evidenziare le super prestazioni di Ndoja e Ghersetti che chiudono rispettivamente a 20 e 16 punti. Appuntamento a mercoledì, ore 20.30 dove al PalaMoncada si decreterà chi tra RSR e Fortitudo Agrigento salirà in Serie A2. Ghersetti in post basso mette a segno i primi 2 punti del match, 2-0. Grande penetra e realizza, ripetendosi poco dopo da 3, 2-5. Ancora Ghersetti da 2 per i laziali, 4-5. Ambrosin con una grande giocata realizza da fuori ma risponde capitan Ndoja, 7-8. Peterson con 2 punti faccia a canestro, 7-10. Viaggio in lunetta per Ndoja, 2/2 e tabellone che recita 9-10. Grande nonostante la marcatura stretta di Stanic realizza 2 punti ma sul ribaltamento Contento ribatte, 11-12. Contropiede agrigentino su palla persa RSR, Ambrosin non perdona, 11-14. Super Mario fa ancora a sportellate e realizza altri 2 punti, 13-14. Morici perso in marcatura da Rieti, 2 punti facili 15-16. Meno facili quelli messi a segno prima da Ghersetti e poi da Ambrosin, 15-18. 50% per Peterson dai 5.8, 14-19. Granata dall’arco di Dieng, 18-19. Il libero segnato da Piccin decreta il 19-19, si conclude così il primo periodo. Vantaggio Real con la tripla di Piazza, 22-19. Bruno pareggia i conti dalla punta, 22-22. Costi firma il controsorpasso in arresto e tiro, 22-24. Appoggio di Morici dopo l’errore di Grande dall’arco, 22-26. Magistrale Ndoja sullo scadere dei 24, tiro in allentamento e 2 punti,  24-26. Ancora il capitano da 2, 26-26. Ambrosin a segno con 2 liberi, 26-28. Bomba infuocata di Contento, 29-28. Bruno con la tripla e il fallo subito, libero a segno e 29-32. Ndoja sbaglia il primo libero e segna il secondo, 30-32. Costi realizza dopo un’ottima azione ma Ghersetti è indemoniato, 2 punti, recupera palla e va a prendersi il fallo. 2/2 e pareggio, 34-34. Recupero di Contento e schiacciata che fa esplodere il PalaSojourner, 36-34. Ambrosin imbeccato da Grande, 36-36. 1/2 di Costi e minimo vantaggio per gli ospiti, 36-37. Lo Biondo con i suoi 2 punti chiude il primo tempo, 36-39.

 

SECONDO TEMPO Ambrosin innaugura il secondo tempo con un long two, 36-41. Antisportivo di Agrigento, 1/2 di Contento e possesso RSR. Ndoja lo sfrutta  e porta i suoi a -2. Bomba mani in faccia di Ndoja, 42-41. Arresto e tiro del professore Nico Stanic, 44-41. Grande agguanta il pareggio da 3, 44-44. Ancora 1/2 per Contento dai 5.8, 45-44. Loschi recupera un pallone d’oro 47-44. Costi sblocca una gara che negli ultimi minuti non aveva visto segnature. 1/2 ai liberi per il n.11 ospite, 47-48. Loschi ne segna 2 ed ora è 49-45. Anche Bruno non sbaglia dalla linea della carità, 49-47. Loschi lotta e combatte, si va a prendere il rimbalzo e in step back chiude il terzo quarto sul 51-47 per Rieti. L’1/2 di Morici da il via agli ultimi 10′ di gioco, 51-48. Grande canestro di Morici, 51-50. Lo Biondo con il tap-in riporta avanti i suoi, 51-52. Ancora Lo Biondo a mettere un possesso pieno di distanza tra le due squadre, 51-54. Two & one per Stanic e nuova parità, 54-54. Bomba di Stanic, 57-54. Peterson riavvicina i suoi a -1. Ancora Super Mario, 59-56. Esplode il PalaSojourner, bomba di Ndoja, 62-56. Altri 2 punti di Ghersetti, 64-56. Glaciale Piazza dalla lunetta, Grande smuove i suoi in penetrazione, 66-58. Questa volta Piazza fa 1/2, 67-58. 2 punti Ndoja e tripla di Bruno, 69-61. 2 liberi per Loschi, 71-61. Altri 2 punti per Grande, e altri 2 liberi per Loschi. Si chiude 73-63 questa Gara 4.

 

RSR-AGRIGENTO 73-63 (parziali: 19-19; 17-20; 15-8; 22-16).

REAL SEBASTIANI RIETI: Stanic 8, Contento 9, Ndoja 20, Loschi 10, Ghersetti 16, Piazza 6, Piccin 1, Maganza, Dieng 3, Okiljevic. Coach: Alessandro Finelli.

FORTITUDO AGRIGENTO: Grande 14, Costi 6, Peterson 5, Morici 8, Ambrosin 13, Cuffaro, Bruno 11, Lo Biondo 6, Indelicato, Bellavia,Mayer. Coach: Michele Catalani.

ARBITRI: Marzo di Lecce (LE) e Cassina di Desio (MB)