Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Finale play off, Sebastiani ancora sconfitta sul parquet di Agrigento (72-57). Siciliani avanti 2 a 0

  • a
  • a
  • a

Si fa durissima per la Real Sebastiani Rieti, sconfitta al PalaMoncada per 72-57 ed ora sotto 2-0 nella serie finale contro Agrigento. I ragazzi di Finelli inseguono per tutta la sfida senza riuscire a piazzare la rimonta decisiva, pagando a caro prezzo le basse percentuali da campo e le troppe palle perse (17): venerdì al PalaSojourner, in Gara 3, servirà solo la vittoria per tenere vivo il sogno promozione in A2. LA GARA. Dopo la palla a due la Real Sebastiani parte male, litigando con il ferro e facendo confusione in attacco: Agrigento ne approfitta piazzando un 8-0 di parziale d'apertura, con il primo canestro ospite che arriva dopo oltre 3' con Ndoja. Rieti inizia a carburare con il passare di minuti con le conclusioni di Ghersetti e Piazza, ma un nuovo blackout consente una mini-fuga ad Agrigento che sale sul 17-10 al 10'. Nel secondo periodo le cose non migliorano al tiro per Rieti, che conferma percentuali bassissime: la formazione di Finelli spara a salve dall'arco (0/12 a metà gara), affrettando troppe scelte in attacco: non bastano Ghersetti e Piazza per scuotere i reatini, che provano però a tenere botta in difesa. Peterson e Grande segnano per Agrigento toccando anche la doppia cifra di vantaggio: si arriva così all'intervallo lungo con i padroni di casa in avanti sul 34-22 grazie alla bomba di Chiarastella.

 



Di ritorno sul parquet la Real Sebastiani si sblocca finalmente dall'arco con Ghersetti (già in doppia doppia) che prova a riavvicinare i suoi: Rieti domina a rimbalzo offensivo e ne approfitta per accorciare ancora con Loschi (39-31 al 24'). Agrigento è costretta a chiamare timeout, ma in uscita dal minuto di sospensione i siciliani reagiscono: parziale di 6-0 condotto da Costi e Grande che riportano a distanza i locali sul 44-31. Rieti perde certezze e torna a pasticciare in attacco ed al 30' insegue sul 53-43. Nell'ultimo periodo la Real Sebastiani tenta il tutto per tutto, trascinata dal solito Ghersetti che è l'ultimo a mollare tra i reatini. La formazione di Finelli riesce a risalire fino al -9 con la bomba di Piazza, ma le repliche di Cuffaro e Grande arginano ogni velleità di rimonta. Agrigento amministra ed aumenta il vantaggio, aggiudicandosi anche Gara 2 sul 72-57. Ora la serie si sposterà al PalaSojourner dove Rieti avrà un solo risultato a disposizione: "win or go home" (vincere o andare a casa, ndr) come dicono dall'altra parte dell'oceano, il sogno A2 non ammette altri passi falsi

 

 

MONCADA ENERGY AGRIGENTO - REAL SEBASTIANI RIETI 72-57 (parziali: 17-10, 17-12, 19-21, 19-14)
MONCADA ENERGY AGRIGENTO: Ambrosin 2, Chiarastella 7, Peterson 14, Grande 14, Morici 5, Bruno 4, Cuffaro 3, Lo Biondo 5, Bellavia NE, Traore NE, Mayer NE, Costi 18. All.: Catalani
REAL SEBASTIANI RIETI: Stanic, Ghersetti 18, Ndoja 6, Contento 10, Loschi 4, Piccin 4, Piazza 15, Maganza, Okilijevic, Dieng. All.: Finelli
ARBITRI: Roca, Agnese
NOTE - Spettatori 900 circa. Tiri da due: Agrigento 19/33; Rieti 13/27. Tiri da tre: 6/27; 6/30. Tiri liberi: 16/18; 13/21. Rimbalzi: 39 (31+8); 39 (28+11).