Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

La Sebastiani Rieti ospita Jesi per allungare la serie positiva

Valerio Pasquetti
  • a
  • a
  • a

Attenzione a Jesi! La Real Sebastiani, reduce da una serie aperta di 11 vittorie consecutive, è avvisata. Oggi, alle ore 18, Alex Finelli ed i suoi ragazzi affronteranno un avversario scorbutico e pericoloso pur se, ad osservare la classifica, non sembrerebbe proprio così. L’Aurora vanta 19 punti ed è quartultima, ma si tratta di una squadra non ponderabile, capace di offrire performance di gran valore e, poi, inciampare sulla più classica delle bucce di banana. I risultati recenti lo testimoniano ampiamente. L’Aurora, soltanto lo scorso 10 Aprile, ha tirato lo sgambetto proprio ai cugini della Npc, superati di 1 punto (72-73) in Rieti, a conclusione di un match incredibile che la compagine del coach Ceccarelli condusse ampiamente e anche con un buon margine, per poi venire superata dalla verve e dalle capacità balistiche degli avversari.

La settimana successiva, Jesi ha ceduto netto in casa alla Luiss Roma (71-99) e, domenica scorsa, si è inchinata a Faenza per un 1 punto (66-67). Insomma, il capitano Claudio Ndoja ed i suoi compagni devono prestare la massima attenzione o il rischio di fare una brutta figura è dietro l’angolo. Lo comprende Marco Contento, giocatore che, con Federico Loschi, è stato il faro della Sebastiani nei “mesi difficili”. Marco Contento interviene sul gruppo fb “Amici della Sebba” (che vanta quasi 1000 iscritti) e sollecita i supporters a rimanere vicini alla squadra: “invitiamo tutti gli amanti della Sebastiani a fare quadrato ed unirsi per l’importantissima partita di domenica contro Jesi!”. Contento comprende con esattezza quanto questo confronto sia pericoloso per un avversario realmente incomprensibile. “Jesi dispone di grande talento offensivo – afferma il tecnico amarantoceleste Alex Finelli – Tirano da tre come nessun’altra in questa lega. Dispongono e utilizzano contemporaneamente quattro frombolieri: mi riferisco al playmaker Magrini, alle guardie Gay e Rocchi, all’ala forte Ferraro. Al centro dell’area dovremo fare attenzione a Gloria, giocatore assente all’andata, solido e pericoloso nel pitturato. Giocano un basket sfacciato ed aggressivo, con tante soluzioni dall’arco”.

La Sebastiani, quindi, deve essere concentrata, attenta, umile e rispettosa dei marchigiani, però consapevole della propria forza e con la consapevolezza di avere tutte le carte in regola per bloccare i tiratori jesini ed aggiudicarsi la contesa. “Serve toglierci un sassolino dalla scarpa – conclude Finelli – Mi riferisco alla partita di andata che affrontammo e perdemmo allorché eravamo in chiare difficoltà di organico e di condizione”. Arbitreranno l’incontro Simone Gurrera di Vigevano e Jacopo Spinelli di Cantù (CO).