Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Il "nuovo" Rieti del patron Curci si affida agli ex

Marco Ferroni
  • a
  • a
  • a

Seppur consapevole del fatto che non sarà assolutamente una stagione semplice, seppur conscia che tutto inizierà con evidente ritardo sulla tabella di marcia (un vero peccato ripensando all'ottimo terzo posto dello scorso anno, ndr) la città di Rieti sembra aver già metabolizzato l'uscita di scena di Franco Fedeli ed il ritorno in sella di Riccardo Curci, ormai prossimo a siglare l'accordo che gli consentirà di acquisire la totalità delle quote societarie del Fc Rieti 1936. Il famoso “nero su bianco”, ossia l'accordo scritto che ratificherà l'accordo verbale già preso nella serata di ieri tra il presidente uscente e quello “restante”, lo stanno stilando i legali rappresentanti dei due, anch'essi desiderosi di chiudere quanto prima una querelle che già in passato aveva creato attriti, incomprensioni e fatto volare parole grosse da ambo le parti. Con Curci presidente, il Fc Rieti 1936 tornerà a parlare principalmente reatino con la creazione di una struttura organizzativa ed un'intelaiatura tecnica fatta di gente che da sempre orbita intorno al calcio a tinte amarantoceleste, molte delle quali ha compreso le difficoltà del momento ed i tempi ristretti coi quali il presidente sta cercando di riorganizzare la stagione ormai alle porte, proponendosi ed offrendosi anche a costo di rimetterci qualche euro di tasca propria. Nelle ultime 48 ore si sono già susseguite una serie di riunioni, di incontri e di colloqui per stabilire su chi puntare e a che cosa destinarlo: dalla segteteria, all'ufficio stampa, dalla gestione marketing alla riorganizzazione prettamente calcistica, sono tante le figure (reatine) che a breve entreranno in società per sostenere l'operato di Riccardo Curci, al quale continuano ad arrivare attestati di stima e di incoraggiamento per una stagione che avrà come comun denominatore l'hastag coniato per l'occasione (#80vogliaDte) sul quale verterà sia la nuova campagna-abbonamenti, sia la marcia d'avvicinamento all'80esimo compleanno del club amarantoceleste. Nel frattempo si lavora per mettere in piedi una prima squadra che possa disputare un campionato dignitoso, senza troppe pretese (almeno inizialmente) e con la necessità di triplicare gli sforzi: per la panchina il nome più gettonato è quello di Fabrizio Paris, in attacco Francesco Marcheggiani ha già dato la sua disponibilità a vestire di nuovo l'amarantoceleste, così come Panitti e Cavallari, insieme all'ex capitano Petrongari. Tra i volti nuovi Tirelli e Luciani si sono già detti entusiasti, mentre dalla Capitale arrivano segnali d'apertura anche di un altro ex: Christian Ippoliti. Tanti i protagonisti di quella Coppa Italia d'Eccellenza vinta nel 2012 pronti a sfidare le difficoltà del momento e lo scetticismo di chi spera sempre nelle debacle altrui, tanti anche i calciatori attualmente in ritiro con la Sambenedettese che non rientrando nei piani dei marchigiani potrebbero far gola al Rieti, specialmente in chiave under.