Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Insulti razzisti all'arbitro di colore. Maxi multa al Capradosso e 10 turni di stop a giocatore

Luigi Spaghetti
  • a
  • a
  • a

La Figc usa (giustamente) il pugno di ferro per arginare la piaga del razzismo sempre più dilagante nel calcio dilettantistico regionale. Domenica da dimenticare, in questo senso, su due campi di Prima categoria - uno della Tuscia e uno della Sabina -, dove un giocatore, il montaltese Iheanacho, e un arbitro di colore (Nirintsalama T. Andriambelo di Roma 1) sono stati bersagliati da insulti razzisti. E così il giudice sportivo ha punito con multe salatissime, nel girone A la Nuova Bagnaia (600 euro) e nel girone B il Capradosso (500 di ammenda) per gli atteggiamenti discriminatori di una parte delle rispettive tifoserie. A Capradosso, inoltre, la stangata è arrivata anche nei confronti di un giocatore della squadra allenata da Fabiani, Giordano Miriello, fermato addirittura per 10 turni in quanto avrebbe insultato con frasi razziste l'arbitro Andriambelo. IL SERVIZIO COMPLETO NELL'EDIZIONE DEL CORRIERE DI RIETI E DELLA SABINA IN EDICOLA DOMANI 7 NOVEMBRE