Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

L'Eretum si presentae c'è la novità del volley

default_image

Paolo Giomi
  • a
  • a
  • a

L'atmosfera è di quelle che richiama i fasti di un passato neanche troppo lontano, quando il nome il nome della Monterotondo sportiva rimbalzava tra campi di calcio, palazzetti dello sport e “pitturati” di tutta Italia. Regalando gioie, e dolori, ad una cittadina intera che ha fatto di quei colori, il giallo e il blu, una ragione di vita. Ed è proprio da questa passione che riparte il nuovo progetto sportivo dell'Eretum, che di quel nome, Monterotondo, è antesignano storico e glorioso, e che si appresta a trasformarsi da “semplice” società calcistica a vera e propria Polisportiva LA NOVITA' VOLLEY Perché alle già rodate realtà di calcio, maschile e femminile, e calcio a 5, si aggiunge la nuova squadra amatoriale mista affidata alla guida di Leonardo Paciaroni e Carmine Candela. Un altro tassello importante in una città che vive e respira volley praticamente da sempre. E' questa la grande novità della stagione 2014/2015, che si aggiunge agli altri, tanti progetti sportivi già avviati. LE PAROLE DEL PRESIDENTE E chi meglio del presidente Marco Carducci per spiegare la passione gialloblu, palpabile in ogni angolo della sala consiliare eretina, gremita per l'occasione: “L'Eretum è sul panorama sportivo e sociale da 10 anni. Dieci anni di sacrifici, passione, voglia di praticare il calcio in maniera differente. Qui all'Eretum non ci sono selezioni o provini, abbiamo sempre accolto tutti. Non siamo imprenditori, non abbiamo sponsor faraoinici che ci sostengono, l'Eretum è la squadra del popolo, ci siamo sempre fatti strada con la nostra passione, quella delle persone che lavorano e collaborano con noi in società, con quella dei ragazzi che decidono di venire a giocare con noi senza rimborsi ne ingaggi e mi preme ricordarlo che sono giocatori che sono scesi da categorie come Eccellenza e Promozione. Vogliamo crescere insieme a tutti voi e continuare ad avere tanti successi con la passione e l'amore per questa squadra che sa sempre ci contraddistingue. In questi anni molte squadre sono nate, sono fallite, ci sono state fusioni, eccetera eccetera. l'Eretum da 10 anni resiste a tutto e tutti e ne andiamo orgogliosi, anzi cresce sempre di più con la scuola calcio, con l'unica squadra femminile presente a Monterotondo e con la nuova nata Eretum Volley. Il nostro obiettivo sarà quello di creare una polisportiva dove tutti senza distinzione possono praticare il loro sport preferito. Abbiamo iniziato con il calcio, proseguiamo con la pallavolo e chissà quali sorprese vi riserveremo per il future”. IL SINDACO ALESSANDRI Non poteva mancare il saluto istituzionale del sindaco Mauro Alessandri, in compagnia dell'assessore allo sport Alessia Pieretti e del presidente del consiglio comunale Ruggero Ruggeri: “Sono particolarmente legato a questa società perché, anche se oggi non si direbbe, ci ho giocato come difensore scoprendo delle grandi amicizie al suo interno che tutt'ora persistono – dice il primo cittadino di Monterotondo -. Il mio augurio va a tutta la società per un campionato da protagonisti ma soprattutto a tutti i numerosi bambini qui presenti e alle loro famiglie ricordando che il calcio è uno sport fatto di lealtà e sportività e di sani valori ai quali ognuno di voi deve ispirarsi”. NUOVA MAGLIA La serata di presentazione si è conclusa con la nuova maglia della squadra di Prima categoria per la stagione in corso. Una stagione che, dopo un inizio faticoso, ha visto la squadra di Alessandro Di Nicola rimettersi subito sui binari giusti. Ma il tecnico dell'Eretum non è dei risultati sportivi recenti che vuole parlare: “Per me non è mai facile trattenere l'emozione quando parlo di questa società. Dieci anni fa quando io e Marco Carducci abbiamo fondato l'Eretum non potevamo di certo credere di arrivare fino a questo punto. Sono nato, cresciuto e maturato in questa società prima come capitano storico, poi come allenatore della Juniores e dell'Under 21 ora come allenatore della prima squadra. E' bellissimo vedere tutti questi ragazzi e bambini insieme alle loro famiglie in sala consiliare, vuol dire che la nostra realtà cresce sempre di più. Siamo ormai arrivati a numeri impressionanti per la scuola calcio, ma non ci fermiamo. Di progetti ce ne sono molti in cantiere, ma li sveleremo piano piano. Vi ricordo che noi siamo la vera squadra di Monterotondo, noi siamo i veri monterotondesi, noi siamo l'Eretum”. Ad maiora.