Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Il Reate Festival 2017 torna il 30 settembre al teatro Flavio Vespasiano

Luigi Spaghetti
  • a
  • a
  • a

Il Reate Festival annuncia l'edizione 2017, che si inaugurerà sabato 30 settembre alle 21 al Teatro Flavio Vespasiano con un Omaggio a Nino Rota. Due opere di teatro musicale di grande pregio e di rara esecuzione, I due timidi - su testo di Suso Cecchi d'Amico – e La notte di un nevrastenico su testo di Riccardo Bacchelli verranno presentate in una nuova produzione del Festival con la regia di Cesare Scarton e la Reate Festival Orchestra diretta da Gabriele Bonolis.  Il nuovo allestimento è realizzato in collaborazione con la Fondazione Alberto Sordi per i Giovani, la Fondazione Teatro dell'Opera di Roma e la Fondazione Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Il cartellone completo del Festival 2017, che prevede un ricco programma di teatro musicale, verrà reso noto successivamente. Intanto un altro importante appuntamento in questi giorni vedrà il Reate Festival protagonista. L'evento di chiusura dell'edizione 2016, Tre compositori per tre anniversari, realizzato in occasione del settantesimo anniversario della Repubblica Italiana, verrà trasmesso giovedì 13 luglio da Radiotre RAI alle 22.30 nell'ambito del Festival dei Festival. Si tratta della registrazione effettuata il 7 novembre 2016 della serata in cui sono state eseguite le tre nuove opere commissionate ai compositori Lucio Gregoretti, Fausto Sebastiani e Roberta Vacca, ognuno di loro impegnato a raccontare in musica uno dei tre anniversari. Lucio Gregoretti con Momenti difficili, liberamente ispirato ai personaggi del film di Dino Risi Una vita difficile (1961), ripercorre il momento di passaggio dalla monarchia alla repubblica; Fausto Sebastiani con Il vento a via della Chiesa Nuova, su testo di Grazia Tuzi, racconta alcuni momenti di vita vissuta di un gruppo di membri dell'Assemblea Costituente riuniti in un ‘cenacolo' in cui erano accomunati da idee e passioni civili e politiche; infine Roberta Vacca con Diritto e rovescio i cui testi sono tratti da Aristofane (con versi di Giovanni D'Alò, Emily Dickinson, Anna Maria Giancarli) e assemblati in una drammaturgia realizzata dalla stessa compositrice, affronta il tema del diritto di voto finalmente riconosciuto alle donne. L'esecuzione delle tre composizioni è affidata all'ensemble Roma Sinfonietta diretto da Gabriele Bonolis, voce solista il soprano Chiara Pieretti, voce recitante Armando De Ceccon.