Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Furti, sui social organizzati due gruppi per segnalare movimenti sospetti

Esplora:

Monica Puliti
  • a
  • a
  • a

I cittadini scendono in campo e fanno rete per difendersi dai furti, che da mesi vanno avanti nel territorio. Il cerchio, in verità, si sta stringendo intorno agli autori dei furti negli appartamenti, furti che si susseguono a raffica quasi ogni sera nelle abitazioni in Sabina, e i carabinieri pare stiano ormai alle calcagna dei “topi d'appartamento”, ma questi criminali non sono ancora caduti nella rete delle forze dell'ordine e, in autotutela, i cittadini hanno cominciato a fare squadra attraverso i social. C'è il gruppo del Circolo ricreativo anziani di Collevecchio che tiene costantemente aggiornati i concittadini via Facebook e che, nel giorno di Natale ha dedicato proprio al tema un post: “Anche oggi, purtroppo – scrivono sulla pagina del circolo - massima allerta per i furti. Ieri notte hanno riprovato da molte parti. Zona Magliano Sabina. Da indiscrezioni sembra che siano più nuclei di 3 o 4 delinquenti, che si dividono e operano contemporaneamente. Lasciano sempre una macchina nascosta per la fuga e si muovono a piedi”. Sempre secondo quanto riportato da loro i carabinieri avrebbero ritrovato una macchina piena di refurtiva. “E' meglio usare tutte le cautele possibili - suggeriscono - e segnalare immediatamente ai carabinieri qualsiasi macchina o persona sospetta. Meglio una segnalazione in più. Occhio comunque specialmente quando viene sera”. Da qualche chilometro più in là, arriva la risposta social degli abitanti di Magliano Sabina. In questo caso si tratta di un gruppo whatsapp dal nome “Guardiamoci intorno” partito per iniziativa di un privato cittadino che scrive: “Se si crea un gruppo dove ci siamo tutti, possiamo in ogni momento del giorno segnalare (senza allarmismi inutili) la presenza di persone sospette o circostanze di sospetto. In questo modo ricevendo una notifica possiamo, ad esempio, accendere tutti la luce di una zona segnalata, o allertare chi di competenza”.  Gli ultimi episodi si sono verificati tra Natale e Santo Stefano, in modo particolare tra Collevecchio e Magliano, con tentativi di furto non andati a segno, perchè anche gli occhi del vicinato e dei social servono, mentre i ladri avrebbero comunque le ore contate. Sara Pandolfi