Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Tari, bollettini in ritardo ma il Comune ha speso per l'invio 33 mila rispetto ai 110 mila del passato

Esplora:

Monica Puliti
  • a
  • a
  • a

Il Comune si ingegna per far quadrare i conti scegliendo di cambiare la società incaricata della consegna degli avvisi di pagamento della Tari e risparmiando così ben 77 mila euro. Quest'anno, infatti, si è passati dai 110 mila euro, che il Comune sborsava per il servizio fatto da Equitalia, a 33 mila. Tutto ciò è stato possibile grazie alla scelta di procedere a una gara per assegnare il servizio. “Un Comune in predissesto non può permettersi di pagare più di 100mila euro per inviare a casa avvisi di pagamento di una tassa che si paga in autoliquidazione - chiarisce Sonia Cascioli, assessore al bilancio – abbiamo deciso di procedere con gare, invitando delle aziende; la prima è andata deserta, abbiamo quindi riaperto una nuova procedura e il 4 maggio è stato definito l'affidamento”. Cascioli mette a tacere le polemiche dei giorni scorsi, scaturite dal fatto che non erano stati ancora recapitati i bollettini di pagamento: “La società che si è aggiudicata il servizio, da contratto, aveva previsto la consegna a partire dal 21 maggio, e ora si stanno consegnando. La Tari si paga in autoliquidazione dal 2016 come la Tasi e l'Imu, abbiamo lasciato inalterate le scadenze sia per il versamento della rata unica del 16 giugno che per la rateizzazione. Chi non avesse ricevuto gli avvisi, può recarsi al settore finanziario e richiederli”. La previsione di incasso complessivo dalla tassa rifiuti è di 9 milioni e 600 mila euro e, con gli avvisi di pagamento, si prevede un introito, da parte dell'Agenzia delle Entrate (con gli F24), del 70% di tale cifra che andrà al Comune e poi trasferita all'Asm. “Mandare a casa l'avviso di pagamento è un'agevolazione per il cittadino e abbiamo voluto mantenere il medesimo servizio ma con un enorme risparmio. Qualche giorno si è perso poiché abbiamo dovuto riaprire la gara, ma di fatto problemi non ce ne sono”. Ilaria Faraone