Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ranalli: "Macché ritardi sulle scuole antisismiche, abbiamo colmato le lacune del passato"

Esplora:

Monica Puliti
  • a
  • a
  • a

Ritardi nelle scuole antisismiche di Cittaducale? Niente affatto. Anzi, l'Amministrazione ha recuperato le lacune del passato. Il sindaco di Cittaducale, Leonardo Ranalli, replica al predecessore Roberto Ermini e fa il punto della situazione. IL PLESSO DI SANTA RUFINA "Siamo in attesa dalle Procure di competenza dei documenti per la certificazione antimafia ed Ermini, che ha fatto il sindaco, dovrebbe sapere che i tempi non li decidiamo noi. Il Comune di Cittaducale ha fatto tutto quello che poteva e doveva, senza perdere neanche un giorno. Anzi, ha recuperato il tempo perso dalla precedente Amministrazione". MODULI PER GROTTI Ranalli rivendica anche il risultato sulla frazione di Grotti. "A proposito di ritardi recuperati, la nostra Amministrazione ha completato le procedure per i moduli provvisori per la scuola della frazione di Grotti". TUTTO PRONTO PER CITTADUCALE Tutto ok anche per la struttura prevista nel capoluogo, progetto sul quale Ranalli rivendica di aver fatto molto di più di chi lo ha preceduto. "Non appena l'ufficio della Ricostruzione pubblicherà il secondo stralcio delle opere pubbliche potremo procedere con la scuola di Cittaducale - sottolinea il sindaco - Vorrei ricordare a chi tanto si agita oggi che la nostra Amministrazione è riuscita a farsi finanziare per intero la scuola con 2,5 milioni, ottenendo due risultati di primissimo piano. Il primo è il risparmio economico visto che la precedente amministrazione voleva procedere per stralci e con i mutui. Il secondo è che noi faremo una struttura completa, a differenza di chi c'era prima e voleva realizzare il primo stralcio, a scapito degli studenti che non sarebbero mai entrati tutti nella scuola". DEBITI FUORI BILANCIO Ma Ranalli si toglie anche qualche sassolino dalle scarpe e spiega che la nuova Amministrazione è stata costretta "a passare mesi, oltre che a lavorare alacremente per elaborare e portare a compimento importanti progetti, a recuperare le mancanze di chi ci ha preceduto. Mi riferisco, ad esempio, ai mesi che gli uffici hanno usato per calcolare i debiti fuori bilancio che ci hanno lasciato. Una volta che questi arriveranno in Consiglio mi auguro che il consigliere Ermini possa trovare qualche minuto per riflettere sulla bontà della sua azione amministrativa così come mi auguro - conclude Ranalli - che qualche minuto possa trovarlo il suo nuovo partito (la Lega, ndr) che giustamente in altri lidi compie battaglie nel nome della trasparenza e della legalità".  Marco Fuggetta