Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Basket Serie A2, brutta Npc a Trapani ma il risultato è sub iuidice

  • a
  • a
  • a

Lunch match domenicale con il giallo in quel Pala Auriga di Trapani. La gara è stata interrotta a 7' dalla fine a causa della rottura di uno degli anelli di ferro del canestro: gli arbitri, regolamento alla mano, hanno deciso di far terminare la sfida in anticipo con il punteggio di 62-52 in favore dei siciliani, ma l'esito a questo punto è rimesso alla decisione del giudice sportivo ed il risultato resta sub iudice: quasi scontato lo 0-20 a tavolino in favore dei reatini.  L'avvio della sfida era stato da incubo per la Kienergia, costretta ad inseguire gli avversari dopo una partenza deficitaria: dopo il primo canestro ospite, Trapani infila un 16-0 di parziale che spacca in due la gara. Rieti fatica a reagire, complice percentuali bassissime al tiro e continua a subire in difesa: al 10' il parziale recita 27-9 per i padroni di casa. Nel secondo quarto la Kienergia prova a scuotersi, ma Trapani continua ad essere letale con Mollura e Massone, toccando anche il +23. A correre in soccorso dei reatini sono Timperi e Zugno, che firmano un mini-break che ridà fiducia agli ospiti. La sfida diviene più equilibrata, nonostante Rieti continui a soffrire nel pitturato: Zugno piazza la bomba dall'arco, fissando il punteggio sul 50-30 all'intervallo. 

Di ritorno in campo dopo la pausa lunga è tutta un'altra Rieti quella che calca il parquet del Pala Auriga: Maglietti ispira i compagni, con l'italo-argentino coadiuvato da Timperi che propizia il break che riporta a contatto la Kienergia. Per Trapani arriva anche il quinto fallo di Carter, con l'inerzia totalmente ribaltata in favore di Rieti che prosegue la rimonta. La formazione di Ceccarelli rosicchia punto su punto, approfittando anche dell'ottimo impatto del neo arrivato Bonacini (per lui 4 punti). Trapani appare in difficoltà sia in attacco che in difesa e la gara si riapre d'incanto (60-48 al 30'). Si arriva così nell'ultimo periodo, che durerà però pochi minuti: a 7' dal termine la schiacciata di Marco Timperi danneggia uno dei due canestri sul 62-52 e la partita viene interrotta. Da prassi ci sono 30 minuti di tempo per sistemare le apparecchiature, ma le operazioni non si sono rivelate tempestive e la gara è stata definitivamente interrotta dagli arbitri. Ora la palla passa al giudice sportivo che dovrebbe omologare lo 0-20 a tavolino come da regolamento e consegnare il successo alla Kienergia Rieti.