Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Reti, la Sebastiani vola da sola in testa alla classifica

Valerio Pasquetti
  • a
  • a
  • a

La Real Sebastiani vince un incontro durissimo, combattuto, ma anche bello contro un avversario – la Virtus Imola – testimoniatosi assai valido e competitivo (82-79 il finale). Dell’Agnello comincia con Mastrangelo, Piccin, Spanghero, Chinellato e Matrone. La Virtus risponde con Carta, Galassi, Morara, Magagnoli, Milovanovic. Due personali di Oki aprono il match. Spanghero si beve tutta la difesa imolese e realizza in sottomano. Morara accorcia, Mastrangelo compensa (6-2 al 3’). Mladenov riduce il divario a un sol punto. La zona operata dal coach Regazzi crea più di qualche problema causa imprecisione al tiro pesante di Rieti. Chinellato e Piccin obbligano Imola al primo time out (10-5 al 5’). Paesano rileva Matrone e insacca la bomba, Mladenov subito lo emula. Galassi colpisce dall’arco, Imola – che ora difende a tutto campo - sorpassa (13-14 al 7’).

 

 

 

La Rsr torna a mettere il naso avanti, ma la partita è assai sofferta (16-14). Magagnoli buca una perforabile difesa reatina. Il cesto inventato da Piazza consente alla Rsr un minimo vantaggio a fine primo quarto (19-16). Tommasini – ex Npc – inventa un cesto dei suoi. Morara colpisce da 3, Imola sorpassa ancora la Rsr (22-23). La difesa tattica della Virtus è un ostacolo rilevante: partita difficile, caotica, nella quale Rieti non trova geometrie efficaci in attacco, difendendo spesso in malo modo. Spanghero segna ed assiste magicamente Matrone (28-25 al 5’). Galassi si beve ancora la difesa reatina, Contento colpisce da 3. Galassi la mette sempre, pure dalla distanza, Imola sorpassa (31-32). Aglio segna e subisce fallo: la Virtus allunga (31-35 al 7’). Adesso la zona è per Rieti. Spanghero insacca da 3. Delizioso un assist di Piazza per Contento. Aglio, lasciato colpevolmente libero, conduce i suoi avanti di 1 all’intervallo lungo (39-40).

 

 

 

La Real è penalizzata da percentuali lacunose al tiro pesante (3/12) e da una difesa poco attenta. L’inizio di terzo quarto è buono per la Rsr con Piazza e Chinellato (48-43), Regazzi chiede il time out. Galassi e Morara restituiscono la parità ad Imola (48-48 al 3’). La difesa reatina seguita a non convincere mentre l’attacco è farraginoso. Ciò non consente di allungare con perentorietà, conservando un punteggio tormentato (54-55 all’8’). Tommasini affonda la lama nella difesa Rsr (54-59). Il tempo si chiude sul 58-60. Contento si carica la squadra sulle spalle, segna da 3; Matrone lo supporta a dovere (68-60 al 3’ e parziale aperto di 10 a 0). Carta e Galassi subito accorciano (68-64). Matrone seguita a fare le pentole ed i coperchi. Galassi e Aglio, però, non perdonano, al pari di Piazza (78-74). Errori difensivi ripetuti consentono ad Aglio l’ennesima bomba (78-77 a -2’ e 38”). Matrone esce per 5 falli. Tommasini segna due liberi (78-79). Paesano schiaccia (80-79). Spanghero va in lunetta: 82-79. Time out Imola con 5” da giocare. Rieti vince 82 a 79.