Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, aggredita da uno sconosciuto giornalista del Corriere di Rieti

  • a
  • a
  • a

Paola Corradini, giornalista e collaboratrice del Corriere di Rieti, è stata aggredita ieri sera, mercoledì, intorno alle 20.30, da uno sconosciuto mentre stava facendo ritorno nella sua abitazione di Campomoro. L'aggressione è avvenuta mentre stava percorrendo a piedi via Borgorose. Paola Corradini al momento dell'aggressione avvenuta in un tratto particolarmente buio del quartiere, indossava le cuffiette e non si è accorta della presenza dell'aggressore che dopo averla avvicinata l'ha spinta con violenza contro il muro bloccandola per poi rompergli una bottiglia di birra in testa. L'uomo, presumibilmente di grossa corporatura, si è dileguato tra le strade poco illuminate del quartiere, dopo che la giornalista ha cercato di difendersi con tutte le sue forze.

 

Sotto choc e ferita ad una mano con il vetro della bottiglia e al volto, Paola Corradini ha immediatamente chiesto aiuto chiamando i carabinieri che sono giunti sul posto insieme ad una ambulanza del 118. Secondo quanto raccontato ai militari dell'Arma dalla stessa giornalista l’aggressore indossava una felpa nera e scarpe Nike colorate. Durante i concitati attimi della violenza l'uomo, sempre secondo quanto riferito dalla giornalista, non avrebbe proferito parole facendo attenzione a tenere ben coperto il volto con il cappuccio della felpa. Da escludere, al momento le ipotesi della tentata rapina o della violenza sessuale. "La sensazione che ho avuto - raccontato Paola Corradini anche ai carabinieri - è che io fossi davvero il suo obiettivo non proprio casuale ma saranno le indagini a fare chiarezza". 

 

La giornalista 56enne, come detto, in serata è stata medicata dal personale del 118 per le ferite riportate alle mani e alla testa. Ferite fortunatamente lievi e che non destano preoccupazioni.  Paola Corradini, volto noto anche della televisione locale Rtr da molti anni, è una delle collaboratrici storiche del Corriere di Rieti e in questi anni si è sempre occupata di cronaca e cultura. Messaggi di solidarietà le sono stati inviati da colleghi reatini e rappresentanti delle istituzioni locali. I carabinieri, dopo la denuncia presentata dalla stessa giornalista, hanno avviato le indagini per individuare l'aggressore.