Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Monterotondo, consegnate trenta nuove aule agli studenti del liceo Catullo

Matteo Torrioli
  • a
  • a
  • a

Trenta nuove aule che dovrebbero risolvere, una volta per tutte, i problemi di capienza del Liceo Classico Catullo a Monterotondo
Ieri mattina, alla presenza, tra gli altri, del sindaco di Città Metropolitana, Roberto Gualtieri, del consigliere metropolitano delegato all’edilizia scolastica Daniele Parrucci, dell’Assessore regionale Mauro Alessandri, del sindaco di Monterotondo Riccardo Varone e della preside Giuseppina Frappetta, sono stati inaugurati i nuovi spazi della scuola.  Un’intera nuova ala per l’Istituto Catullo che, negli anni passati, era finito al centro di numerose polemiche perché, a causa degli scarsi posti disponibili, erano state rigettate le iscrizioni di studenti provenienti dai comuni limitrofi. 

 


Molto soddisfatto, ovviamente, il sindaco Riccardo Varone: “Dopo un lungo e proficuo percorso, iniziato già nel 2009 dall’allora sindaco Alessandri, che ci ha visti lavorare gomito a gomito con i rappresentanti politici e i tecnici di Città metropolitana di Roma capitale, abbiamo raggiunto l’obiettivo di ampliare definitivamente gli spazi a disposizione, consegnando ai ragazzi, ai docenti e a tutto il territorio, nuove aule e una palestra con spogliatoi, in un edificio a impatto zero, energeticamente autosufficiente, rafforzando ancora di più la vocazione di Monterotondo come città della Scuola, a dimostrazione di come anche questa Amministrazione, nel solco delle precedenti, ha sempre avuto a cuore il tema dell’edilizia e della sicurezza scolastica”. 

 


Per il primo cittadino questa inaugurazione ha anche un valore simbolico, dopo gli anni di pandemia: “Poter consegnare ai nostri ragazzi e alle nostre ragazze nuovi luoghi sicuri, efficienti, dove studiare e praticare attività sportive, rappresenta una enorme soddisfazione”.  Rimane, ancora, il problema della viabilità in entrata e in uscita: “Ora manca un ultimo step – conclude il sindaco di Monterotondo Riccardo Varone - siamo al lavoro per realizzare un’entrata ed uscita per le linee del trasporto pubblico, così da dotare l’area di una zona dedicata alla manovra dei bus che ci permetterà di decongestionare il traffico locale che oggi interessa via Tirso”.