Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, l'aumento degli stipendi di sindaco e assessori costerà 181 mila euro in più

Monica Puliti
  • a
  • a
  • a

Centottantunomila (181 mila) euro per adeguare gli emolumenti di sindaco, presidente del consiglio comunale e assessori come previsto dalla legge di bilancio 2022, maggiorati del 45% nell’anno in corso fino al raddoppio nel 2024.  Una somma consistente con cui, visto il particolare periodo, si potrebbe fare molto altro. E’ il senso della lettera, a firma del consigliere del Pd, Paolo Bigliocchi, indirizzata al sindaco Daniele Sinibaldi, nella quale si fa presente che “sarebbe cosa utile ed apprezzata se l’attuale amministrazione prendesse una decisione simile a quella della giunta Petrangeli e magari, viste le cifre attuali, decidesse di ridursi del 20% le retribuzioni mensili vincolando tali somme al sostegno di famiglie e imprese in grandi difficoltà per via della crisi energetica e non solo”. 

 


La lettera prende spunto dalla determina con cui, in attuazione appunto della legge di bilancio, viene impegnata la somma di 181 mila euro per l’adeguamento degli emolumenti.  “Sono assolutamente consapevole delle difficoltà e del lavoro che il ruolo comporta – aggiunge Bigliocchi -, così come sono consapevole che si tratta dell’applicazione di una norma prevista nella legge di bilancio, norma probabilmente poco sensibile alle difficoltà che gravano su molti cittadini e attività”. Ricordando, il consigliere piddino, come nel 2012, quando si insediò la giunta Petrangeli, “in presenza di un ente in predissesto, il sindaco e la giunta comunale ridussero i propri emolumenti del 15%”.

 


“Non le sembri populista la proposta” dice ancora il consigliere invitando l’attuale amministrazione a compiere “un atto eroico” scegliendo di prendere una decisione “in linea” con la gravità economica del momento. L’aumento, sottolineò il neo assessore al Bilancio, Andrea Sebastiani, nel luglio scorso, interpellato dal Corriere di Rieti sull’argomento, “non sarà a carico delle casse degli enti locali interessati (esangui nel caso di Rieti come di molte altre amministrazioni, ndr, ma sarà interamente coperto dal bilancio statale”.  Proporzionato alla popolazione e al trattamento economico complessivo del presidente delle Regioni, l’incremento sarà adottato in modo graduale nel 2022 e nel 2023 e poi in misura permanente nel 2024 cosicché lo stipendio di un sindaco di un comune capoluogo come Rieti passa da 3.114 euro lordi a 4.830 fino al raddoppio nel 2024, sempre importo lordo. “Sono queste le misure che allontanano i cittadini dalla classe politica, poi non ci si lamenti di ciò” conclude Bigliocchi.