Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Morro Reatino, provoca incendio boschivo mentre lavora col saldatore. Denunciato 25enne

  • a
  • a
  • a

I carabinieri Forestale di Rivodutri hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Rieti un venticinquenne del luogo, per aver provocato un incendio boschivo colposo. Lo scorso mese di agosto, i militari sono intervenuti, unitamente a colleghi di Contigliano e una squadra dei vigili del fuoco, nel Comune di Morro, dove era stata segnalata la presenza di un incendio alla Centrale operativa carabinieri di Rieti.

 


L’indagine, attraverso una serie di azioni ben definite, hanno permesso di ricostruire l’evoluzione di un incendio boschivo, individuandone il punto d’insorgenza e, dunque, la causa scatenante. Proprio attraverso le tecniche d’indagine è stato accertato che le fiamme erano state procurate all’incauto impiego di un frullino e una saldatrice, adoperati dall’operaio per lavori strutturali presso una rimessa di animali di proprietà familiare.

 

 

Verosimilmente, il fascio di scintille promanate dagli attrezzi in uso, investendo la vegetazione secca, ha creato le condizioni per l’innesto dell’incendio, che ha distrutto circa due ettari di superficie costituita da bosco e terreni incolti. Nel caso in cui venisse accertata la responsabilità penale dell’uomo, la pena prevista per il reato di incendio boschivo colposo è la reclusione da uno a cinque anni. La pioggia degli ultimi giorni sembra aver temporaneamente allentato l’emergenza incendi nella nostra Provincia, ma resta comunque alta l’attenzione e l’attività di monitoraggio e prevenzione posta in essere dai carabinieri forestale nei confronti del fenomeno, sul quale non è consentito “abbassare la guardia”.