Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, incendio a Contigliano. Il piromane resta agli arresti domiciliari

  • a
  • a
  • a

Il piromane di Contigliano resta ai domiciliari. Ieri mattina, 8 settembre, il gip del Tribunale di Rieti ha infatti convalidato l’arresto del 50enne che, secondo l’accusa, avrebbe appiccato l’incendio in una azienda agricola di Contigliano lunedì scorso. L’azienda agricola dei fratelli Natalizi, poco distante la superstrada Rieti-Terni nel territorio del Comune di Contigliano, ha subito pesanti danni nonostante l’intervento dei vigili del fuoco. Ingenti i danni stimati intorno a 100 mila euro.

 

L’uomo è stato arrestato dai carabinieri ed ora è accusato dei reati di furto aggravato e incendio doloso. Sono stati gli stessi proprietari dell’azienda a notare la presenza del 50enne quella notte vicino al luogo dell’incendio. L’uomo, secondo quanto ricostruito dai carabinieri, avrebbe agito per vecchi rancori personali mai sopiti nei confronti dei titolari dell’azienda agricola che diversi anni fa lo denunciarono per aver dato fuoco ad una Jeep che avevano in custodia.

 

Neanche il passare del tempo ha ammorbidito il 50enne che lunedì sera ha deciso probabilmente di “vendicarsi” dando fuoco al capannone agricolo che in pochi minuti è stato divorato dalle fiamme nonostante l’intervento dei vigili del fuoco presenti sul posto anche nei giorni successivi per le operazioni di bonifica e messa in sicurezza dello stabile.