Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, il vescovo Pompili saluta i carabinieri della provincia

  • a
  • a
  • a

Mercoledì 7 settembre nel pomeriggio alle ore 18, nel cortile d’onore della caserma Raul Angelini sede del comando provinciale, il vescovo di Rieti Domenico Pompili, alla presenza del prefetto Gennaro Capo e delle autorità provinciali e locali, ha salutato i carabinieri di tutta la provincia. Dopo la Messa, monsignor Pompili ha intrattenuto i presenti con una breve allocuzione sul tema “il dolore e la speranza”. L’evento, e l’argomento trattato dal vescovo, sono stati fortemente voluti dal comandante provinciale colonnello Bruno Bellini per salutare una persona di grande spessore, carismatica e dalle grandi capacità comunicative unanimemente riconosciute a Pompili.

 

Presenti per la circostanza circa 130 persone, tra le quali numerosi carabinieri di tutte le specialità, anche non più in servizio, vedove, orfani e famigliari. Al termine il colonnello Bellini ha ricordato l’importanza del ruolo svolto da Pompili in questi anni per tutta la popolazione della provincia ed ha espresso il suo ringraziamento per la sensibilità e l’attenzione da lui sempre dimostrate nei confronti dell’Arma.

 

Quindi a nome di tutti i militari gli ha donato un quadro raffigurante la piazzetta di Rieti prospicente la sede della diocesi ove si erge la statua di San Francesco, con una pattuglia di Carabinieri in lontananza. Il coordinatore provinciale dell’Anc ha donato un crest dell’associazione e il presidente della sezione di Fara Sabina ha regalato un quadro storico risalente al ‘700. Dopo il brindisi augurale monsignor Pompili ha formalizzato il suo saluto ai militari dell’Arma sul “Registro d’onore” riservato a superiori gerarchici e personalità in visita al comando provinciale.