Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, maltempo. Bomba d'acqua, città in ginocchio

Paola Corradini
  • a
  • a
  • a

Intorno a mezzogiorno i primi tuoni e lampi hanno anticipato quello che, pochi minuti dopo, sarebbe diventato un violentissimo temporale che, per circa due ore, si è abbattuto sulla città creando gravi disagi al traffico, allagamenti in abitazioni private, negozi e anche presso la sede di RietiLife, interruzione di corrente in diversi quartieri, chiusura dei due sottopasso.

 

Tanta la paura al teatro Flavio Vespasiano con un fulmine caduto proprio sopra gli uffici e che ha fatto saltare la centralina telefonica, quella elettrica e il sistema antincendio che ha funzionato (non quello a diluvio) e che ha permesso di soffocare le fiamme che si erano sprigionate nel quadro elettrico. Danni anche alle stampanti, ai computer e agli schermi degli uffici, non soltanto quelli del teatro, ma anche molti di quelli all’interno del palazzo comunale. Al teatro sono prontamente intervenuti i vigili del fuoco dopo che due dipendenti, scesi a controllare anche la platea hanno visto del fumo uscire proprio dalla centralina elettrica, le fiamme sono state spente automaticamente proprio dall’impianto antincendio. Ora si dovrà fare la conta dei danni che si pensa non siano pochi, a breve verranno contattate le due ditte che si occupano di sicurezza e nel frattempo il Flavio Vespasiano rimarrà chiuso.

 

Dopo mezz’ora dall’inizio del temporale la città era completamente allagata e decine sono stati gli interventi dei vigili del fuoco, dei carabinieri e della polizia locale che ha chiuso via Liberato di Benedetto e via Paolessi dove un’auto è finita con la ruota anteriore dentro un tombino che era saltato. Sul posto i carabinieri e il carro attrezzi che ha provveduto alla rimozione dell’auto. Per circa due ore Rieti è rimasta bloccata a causa della forte pioggia e degli allagamenti che hanno interessato praticamente sia i quartieri più centrali che quelli periferici con strade che sembravano fiumi, case ed uffici allagati e viabilità completamente in tilt. Da parte sua l’amministrazione comunale è intervenuta dopo circa mezz’ora sia con mezzi dell’Asm che con pattuglie della polizia locale e della Protezione civile. Nelle prime ore del pomeriggio il Comune ha diramato una nota: “In relazione all’intenso fenomeno temporalesco che ha coinvolto la città il Comune è in campo con squadre di Protezione Civile e Polizia Locale, oltre al pronto intervento comunale, in coordinamento con i Vigili del Fuoco, per monitorare ed intervenire dove si è reso necessario. Tre le squadre di protezione civile in campo intervenute dove era necessario il supporto ai cittadini e alla viabilità, altre due hanno monitorato tutta la città per verificare i danni. In campo anche squadre di Asm e Aps. La Polizia locale è intervenuta per monitorare e mettere in sicurezza le strade maggiormente colpite dagli allagamenti, chiudendo il sottopasso nei pressi della Questura e quello del Centro commerciale Perseo. Entrambi rimangono chiusi. Sempre la Polizia locale ha ripristinato gli impianti semaforici che erano saltati a Porta d’Arce e Piazza della Repubblica. In azione per liberare le strade anche gli operatori del pronto intervento di Asm e del magazzino comunale. Le attività operative di numerose squadre di emergenza dei vigili del fuoco di Rieti impegnate nella gestione della coda di verifiche, sopralluoghi e interventi sono proseguite fino a tarda sera. La situazione è tornata ad una semi normalità ma c’è una nuova allerta della Protezione civile per il pomeriggio di oggi.Peccato che il bollettino di allerta meteo relativo al nubifragio che ha colpito ieri mattina Rieti sia arrivato, da parte del dipartimento di protezione civile regionale solo alle 13:24.