Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Monterotondo, malamovida: denunce e controlli a tappeto sul territorio

Matteo Torrioli
  • a
  • a
  • a

Due patenti ritirate, un uomo trovato in possesso di un bastone di metallo e un coltello a serramanico e 78 persone identificate. Questo il bilancio degli ultimi servizi di prevenzione e sicurezza dei carabinieri della Compagnia di Monterotondo nei luoghi della movida, in particolare al centro storico, per contrastare i fenomeni di degrado e turbativa della quiete notturna.  Anche nel periodo agostano, durante il quale le città si svuotano, le nottate eretine continuano ad essere molto frequentate, seppur con numeri inferiori rispetto al mese di luglio. I carabinieri hanno effettuato, con l’utilizzo dell’etilometro, diversi posti di controllo lungo le principali arterie di arrivo ed uscita dal centro storico.

 

 

Due cittadini italiani, uno di Fiano Romano e l’altro di Palombara Sabina, venuti nel centro eretino a trascorrere la serata, sono stati sorpresi alla guida delle rispettive autovetture con un tasso alcolemico superiore di oltre due volte il limite consentito dalla legge. Per loro, patente ritirata e veicolo sottoposto a sequestro. Denunciato per porto abusivo di armi e oggetti atti ad offendere anche un cittadino straniero, residente a Monterotondo, trovato in possesso, nel bagagliaio della sua autovettura, di un bastone in metallo della lunghezza di 55 cm e un coltello a serramanico

 

 

Altre due persone, un cittadino straniero ed un cittadino di Moricone, sono stati segnalati alla Prefettura di Roma perché assuntori di sostanze stupefacenti, per il successivo inserimento nei percorsi di recupero dalle dipendenze presso i Sert, perché trovati in possesso, rispettivamente, di alcuni grammi di cocaina e hashish, per uso personale. Complessivamente, dai militari sono state identificate 78 persone e eseguite verifiche su 35 veicoli. Due veicoli sono stati sequestrati e due patenti di guida, come detto, sono state ritirate.