Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Fabio Melilli: “Rieti pronta a diventare polo nazionale per ricerca e imprese”

Francesca Sammarco
  • a
  • a
  • a

Università, ricerca, trasferimento tecnologico: il futuro di Rieti passa di qui. “Questa città non è mai stata veramente una città universitaria, l'ha ospitata, ora deve diventarlo e si deve respirare in ogni angolo, i presupposti per fare un salto di qualità ci sono e sono frutto di un lungo lavoro inziato due anni fa” sottolinea il deputato Fabio Melilli, presidente della commissione bilancio, che ha lanciato anche una frecciatina a chi sui social prosegue la campagna elettorale scrivendo cose incomplete o approssimative su una situazione complessa che va analizzata sotto molteplici aspetti. “andate a vedere oggi l'aula Malfatti e le attrezzature che stanno scaricando al nucleo industriale per la ricerca sull'olio - dice Melilli -. Peccato non aver potuto utilizzare la sede dell'Istituto Strampelli inspiegabilmente ancora inagibile nonostante i fondi. Non ci sono primogeniture, tutte le forze reatine hanno condiviso il progetto sull'Università, ci sono serie imprese interessate, ma devono trovare una città sanamente universitaria, il consorzio dovrà cambiare pelle, la politica ha il dovere di dare soluzioni. Non può arrivare ricerca qui se non ci sono i soggetti interessati”.

 


Molte le iniziative in essere: una prima misura il finanziamento di 15 milioni per i crateri di ognuna delle 4 Regioni coinvolte nel terremoto per l'aumento delle aree formative, università, ricerca, trasferimento tecnologico (bandi pubblicati). Una seconda misura 132 milioni per le aree ex Cassa del Mezzogiorno per consorzi industriali (in attesa di ripartizione attraverso Invitalia), una terza misura il consorzio istituzionale di sviluppo nella capitanata a Foggia (160 milioni da distribuire in proporzione ai danni di cui 23 milioni arrivati velocemente a Rieti grazie a Legnini), i fondi Pnrr, il fondo complementare per le grandi opere, all'interno del quale sono previsti 800 milioni per incentivare la creazione di nuove imprese nel cratere.

 

 

E poi il tema del vecchio ospedale che sarà recuperato, per il nuovo ospedale stanziati 189 milioni. Con il Pnrr saranno individuati 5 campioni nazionali di ricerca: centri di ricerca a Rieti e Viterbo sono stati inseriti come spoke per l' agricoltura: l'unico centro nazionale per la ricerca in zootecnia sarà qui e la specializzazione sarà quella dell'economia circolare e scienza di vita. “L'università deve rafforzarsi ed esistere a prescindere dalla buona volontà delle istituzioni locali. Essere qui e non essere pagate per restare qui” conclude Melilli.