Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Area giochi per i bambini abbandonata e nel degrado

L.S.
  • a
  • a
  • a

Adesso basta. Pretendiamo rispetto, per noi ma soprattutto per i nostri figli”. A dire basta sono alcuni genitori residenti nel borgo Sabino preoccupati per lo stato di abbandono in cui versa l'area giochi dei bambini, situata nel parco del paese”.  Dopo diverse segnalazioni verbali e fotografiche rivolte al sindaco ed altri collaboratori, rimane alto lo stato di degrado dell'area interessata. “Normalmente - fanno sapere i genitori dei bambini - questo luogo viene vissuto da circa 30/40 bambini (da neonati a 15 anni circa) e relativi genitori e parenti, i quali rischiano quotidianamente di subire danni fisici. Esiste un campetto in cemento dove i più grandi giocano al calcio, con la superficie completamente sconnessa e ricca di buche e voragini. Di lato al campetto in cemento c'è l'area giochi dei bambini che si presenta sporchissima con vetri rotti a terra e lattine di bibite squarciate ed altamente taglienti. L'abbandono totale è palese, in quanto questi “reperti” stazionano a terra da lungo tempo senza che si attivi una qualche bonifica dell'area. I cestini dell'immondizia sono spesso pieni e raramente svuotati, i giochi sono semi-distrutti e presentano chiodi e viti sporgenti, e proprio per questo, pericolosi. L'unico tavolo presente è stato vandalizzato e distrutto come l'intera area”. Tutto questo nonostante la presenza di sistemi di videosorveglianza.

 

Ci sono 2 telecamere nella zona, ma abbiamo la certezza che siano inattive - sottolineao i genitori -. L'area in questione viene presa di mira da orde di ragazzotti del posto che in tarda serata entrano e distruggono tutto il possibile e questo perché non c'è alcun controllo e gli ingressi restano sempre aperti e facilmente superabili”. Di fronte all’assenza degli enti preposti sono stati i genitori stessi ad attivarsi.

 

“Noi facciamo del nostro meglio, cerchiamo di pulire, di eliminare chiodi e viti taglienti, di riparare in autonomia, per quanto possibile, giochi, panchine, tavoli ed altro, ma la situazione non cambia - dicono -. Siamo certi che l'area giochi dei nostri figli sia la peggiore della Sabina ed è facile affermarlo dal momento che paragonarla con aree di paesi limitrofi, non è neanche proponibile. Certamente abbiamo strutture di elite per quanto concerne calcio, ciclismo su pista, padel, tennis ma sappiamo bene che il giovamento di tali strutture è destinata soltanto a pochi e spesso non residenti”. Quindi l’appello finale: “Da genitori chiediamo e pretendiamo rispetto per noi stessi, per i nostri figli, per i beni comuni, e per la spensieratezza dei bambini che dovrebbe sempre esser tutelata”.