Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, vescovo Domenico Pompili verso Verona. Sabato 2 luglio probabile annuncio

Paola Corradini
  • a
  • a
  • a

L’attuale vescovo di Rieti, Domenico Pompili, 59 anni, se non ci saranno cambi di decisione dell’ultim’ora, verrà nominato nei prossimi giorni, probabilmente entro l’inizio della prossima settimana, vescovo di Verona. Le voci su una sua possibile partenza da Rieti giravano in città già da diversi giorni e a confermare che non si trattava solo di chiacchiere.

 

Pompili, molto amato e apprezzato a Rieti, ha saputo costruire e non alzare steccati lavorando per il bene della sua comunità tutta.  Ma il tempo è probabilmente arrivato. Un comunicato della Chiesa di Rieti ha invitato per sabato 2 luglio  alle 12, presso la Cattedrale di Santa Maria, “tutte le componenti del Popolo di Dio per importanti comunicazioni del vescovo Domenico Pompili”. È la città spera che quanto mormorato non sia vero.

 

Il sindaco di Amatrice Giorgio Cortellesi ha inviato un appello al presidente della Cei, cardinale Zuppi parlando di “una grave perdita, perché il vescovo Pompili è il simbolo della nostra speranza”. E aggiunge: “Da primo cittadino di Amatrice, terra che lo ha visto sempre presente, sento di rivolgervi un accorato e umile appello affinché possiate rivedere la vostra decisione”.
“La mia - continua Cortellesi - è una richiesta che nasce dal cuore. Monsignor Pompili per noi è un simbolo di speranza, di rinascita, di solidarietà. Con capacità, sensibilità umana e spirituale, è stato vicino alla nostra popolazione nei momenti più duri creando le basi umane e collettive della nostra ricostruzione ponendo l’accento, fin da subito dopo il tragico sisma del 24 agosto, su una ricostruzione che innanzitutto deve essere sociale e culturale. Senza monsignor Pompili torneremo orfani di un padre e di un guida. Non spegnete la nostra speranza”.