Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, le fiamme arrivano anche a Monterotondo. Toccato il quartiere Cappuccini

Paolo Giomi
  • a
  • a
  • a

Nuovo inferno di fuoco in Sabina, dove ormai da tre giorni, senza soluzione di continuità, una serie di roghi sta mettendo in ginocchio l’intero quadrante nord di Roma. Ieri è toccato al quartiere Cappuccini, territorio del Comune di Monterotondo, che neanche tre anni fa fu letteralmente bruciato dalle fiamme. Ieri mattina un nuovo, vasto incendio ha interessato la zona di via Revola, avvicinandosi pericolosamente alle abitazioni, che sono state messe in salvo solo grazie al tempestivo intervento delle squadre dei volontari di Protezione civile di Monterotondo, Mentana e Fonte Nuova, giunte immediatamente sul fronte di fuoco insieme ai vigili del fuoco.

La situazione della periferia nord di Roma è attenzionata dal comando generale nazionale dei pompieri, ed è in cima alla lista delle priorità negli interventi, in virtù del fatto che da giorni ormai, indistintamente da questo o da quel comune, un’area vasta di quasi 100mila persone viene avvolta dalle fiamme di roghi di matrice dolosa.   E intanto a Monte Lago, zona di confine tra i Comuni di Nerola e Montorio Romano, si contano i danni del gigantesco incendio che ha bruciato un intero versante della montagna, percorrendo decine e decine di ettari (una prima stima parla di 30 ettari, ma il conteggio potrebbe essere ben più grande). “Le operazioni di spegnimento sono state complesse a causa delle frequenti criticità riscontrate, dal vento, alla difficoltà di raggiungere in molti casi i rovi – ha spiegato il sindaco di Montorio Romano, Vincenzo Ponzani – ringrazio tutte le forze di soccorso che per 36 ore, ininterrottamente, hanno lavorato al contenimento dell’emergenza. Con loro i residenti della località Colle dei Sassi, i quali nonostante la comprensibile paura, causata dal fuoco che sempre più si avvicinava, hanno mostrato una collaborazione fuori dal comune.

“Sono state ore difficili queste per il nostro territorio, devastato da un vasto incendio che ha distrutto ettari di vegetazione tra Nerola e Montorio – si legge in una nota della Protezione Civile di Nerola - ma grazie allo sforzo dei volontari di protezione civile di Nerola e dei Comuni di Monteflavio, Fara in Sabina, Moricone, Montelibretti, Palombara e Monterotondo, nonché la presenza di più squadre dei vigili del fuoco, l'incendio è stato domato. Ci preme però invitare la popolazione tutta ad aiutarci ad affrontare questa stagione, fino ad ora critica, segnalando tempestivamente ogni colonna di fumo ai numeri di emergenza sotto riportati o all'avpc Nerola, in modo da poter intervenire il più tempestivamente possibile e limitare un ulteriore danno al territorio”.