Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Dispersione scolastica, dal Pnrr 1,6 milioni per 13 scuole reatine

Esplora:

Monica Puliti
  • a
  • a
  • a

I soldi del Pnrr contro la dispersione scolastica nel Reatino e in tutto il Lazio. Trentaquattro quelli ottenuti dalla Regione e trasferiti alle Province per gli istituti del territorio, che nel nostro sono 13, per complessivi un milione e 600 mila euro (34 in tutto il Lazio). A beneficiare delle risorse per combattere il fenomeno – nella provincia reatina, secondo l’osservatorio Conibambini e Openpolis, il 13,4% dei ragazzi tra i 18 e i 24 anni è uscito dal proprio percorso educativo prima di conseguire il diploma (dati anno 2021) – sono i seguenti istituti: comprensivo di Amatrice 92.479,56 euro; comprensivo Borgorose 95.917,21; comprensivo di Cittaducale “Valle del Velino” 65.403,48 euro; istituto di istruzione superiore “Aldo Moro” di Fara in Sabina 167.032,42 euro; istituto comprensivo “Sandro Pertini” di Magliano Sabina 192.277,48 euro; a Petrella Salto il Giovanni XXIII ha ottenuto 75.378,03 euro; istituto “Gregorio da Catino” di Poggio Mirteto 131.934,47 euro; istituto “Forum Novum” di Torri in Sabina 64.645,30 euro; istituto “Marco Polo” di Torricella in Sabina 64.491,28 euro e le scuole di Rieti capoluogo: “Ranieri Antonelli Costaggini” 204.688,30 euro, istituto superiore "Luigi di Savoia" 187.847,27 euro, istituto superiore “Celestino Rosatelli” 161.881,32 euro (nella foto) e istituto superiore “Elena Principessa di Napoli” 137.837,82 euro.

 

“Penso sia utile un lavoro comune di tutte le scuole interessate e la Regione per costruire una rete di scuole e un progetto che sia davvero efficace” ha commentato Fabio Melilli la notizia delle risorse economiche giunte dal Pnrr. Tornando all’abbandono scolastico secondo lo stesso Osservatorio la didattica a distanza e i conseguenti problemi di connessione e digital divide hanno acuito il fenomeno con la media nazionale attestata al 13,5%; nel Lazio la realtà più difficile è Frosinone con il 15,7%, seguita da Rieti con il 13,4%, poi la città metropolitana di Roma con il 10,7%, Latina 8,2% e in fine Viterbo 7,7%.

 

Esaminati anche fattori quali il servizio di trasporto scolastico e le connessioni internet, che possono fare la differenza e dai quali risulta, quanto al primo, Rieti è la migliore provincia del Lazio con il 95,1% delle scuole raggiungibili con mezzi pubblici. Quanto alle connessioni internet, nel Lazio il 48% delle famiglie è raggiunta dalla banda larga, la provincia di Rieti insieme a quella di Viterbo non vanno oltre il 20%, malissimo Frosinone con il 9,8%, la città metropolitana di Roma raggiunge il 58,2% e Latina il 29,3%.