Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Confcommercio: "Servono idee per invertire il trend di declino demografico ed economico di Rieti"

Monica Puliti
  • a
  • a
  • a

Rilanciare il territorio si deve e si può, ma è necessario dare l’incarico a una società che si occupi di lavorare su un’idea della città che si vuole realizzare. Dev’essere però un’idea da perseguire tutti insieme, enti e associazioni, con un’unica regia, affinché si remi tutti nella stessa direzione”.  All’indomani del voto delle amministrative, il presidente di Confcommercio, Leonardo Tosti, torna a sollecitare un’azione congiunta che inverta il trend di declino demografico ed economico – aggettivo dentro il quale ci sono buona parte dei comparti: industriale, commerciale e turistico, solo per citarne alcuni – che vive da tempo Rieti e parte del suo territorio provinciale. “L’amministrazione che uscirà dalle urne – dice Tosti – dovrà farsene carico e dare a questo obiettivo, primario, l’importanza che merita perché se si continua ad agire come si è sempre fatto, spendendo ciascuno per un evento o una rassegna diversi, queste iniziative non porteranno al cambiamento di cui Rieti ha bisogno: dobbiamo lavorare tutti insieme su uno o più brand con l’aiuto di professionisti che queste cose le fanno per mestiere”. 

 

 


Il presidente di Confcommercio pensa a Terminillo, alla città delle acque, al cammino di Francesco, ma le idee possono essere molte altre, da mettere però a sistema. “Basandoci sui numeri, so che le camere occupate negli alberghi per il Danza Festival o per l’atletica sono moltissime, tante di meno per l’evento legato ai presepi su cui ormai investiamo da anni ma senza grossi risultati. Gli eventi non mancano, basti pensare agli appuntamenti sportivi di livello nazionale (il 24 e 25 giugno al Guidobaldi di Rieti si terranno i campionati italiani assoluti di atletica leggera con tutti gli ori olimpici e a settembre, il 9, 10 e 11, i campionati del mondo di ski roll con tappa Rieti Terminillo - Amatrice) e internazionale (i campionati mondiali di wakeboard al lago del Salto dal 25 al 30 luglio, ndr) che ci apprestiamo a vivere da qui alle prossime settimane, ma, ripeto, tutto va messo a sistema e ‘chiuso’ all’interno di un’idea da individuare e sviluppare al meglio sotto un’unica regia”. 

 

 

 


Parlavamo anche di trend demografico perché, sottolinea Tosti, “essendo pochi, quando ci sono eventi importanti la città si riempie, ma non appena terminano Rieti torna a vuotarsi”, motivo per cui è necessario “un reinsediamento industriale che porti nuova linfa, non solo economica ma anche in termini di presenze, sul territorio”.