Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, eventi e attività sportivi per rilanciare il turismo

  • a
  • a
  • a

Dopo due anni di pandemia il turismo prova a ripartire. Sono tanti gli appuntamenti estivi sul territorio, che potrebbero dare una grande opportunità per il rilancio del settore. Soprattutto grazie alle attività sportive previste nel calendario. Prime fra tutte i Campionati Italiani Assoluti di atletica leggera, che si terranno il 25 e 26 giugno, presso lo Stadio Raul Guidobaldi di Rieti, dove sono previste oltre 10 mila presenze ed i Campionati mondiali di Wakeboard, dal 25 al 30 luglio, al Lago del Salto, dove è prevista un’ affluenza di 40mila persone. Lo sport non è solo un'attività di svago e di benessere personale, ma ha anche un grande impatto sull'industria. “Lo sport – ha commentato il presidente di Federalberghi Rieti, Michele Casadei – si conferma una grossa opportunità, per il rilancio del turismo nel territorio. Questi appuntamenti di fine giugno e fine luglio, danno alla provincia di Rieti una valenza internazionale. Dobbiamo assolutamente far conoscere le nostre bellezze, spesso non seriamente prese in considerazione. Con questi eventi gli alberghi saranno pieni, dando vita ad una grossa boccata di ossigeno per tutto il settore. Non dimentichiamo, che per due lunghissimi anni, a causa dalla pandemia, il settore ha subito delle grosse problematiche”. Secondo gli ultimissimi dati della Camera di Commercio di Rieti e Viterbo, aggiornati al 31 dicembre del 2021, sono presenti in tutta la provincia di Rieti 1172 imprese, con circa 3000 addetti nel settore del turismo. Ma con l’arrivo dell’estate non sarà esclusa la possibilità di un considerevole aumento dei posti di lavoro. Secondo gli ultimi dati Istat, il segmento di potenziali ed attuali clienti di un ipotetico sistema di turismo sportivo può contare in Italia su circa 20 milioni di persone che praticano uno o più sport pari al 34,3 % della popolazione con più di 3 anni. Di questi il 24,4% svolge attività sportiva in maniera continuativa mentre il restante 10% circa lo fa in maniera saltuaria. A questa platea di potenziali clienti del turismo sportivo vanno aggiunti circa 15,5 milioni di italiani che si raggruppano sotto una generica etichetta di coloro che svolgono una qualche attività fisica. E che dire del cicloturismo fenomeno sempre più in crescita? Il territorio provinciale si presta a questo tipo di pratica in quanto è composto da numerose piste ciclabili chilometriche, da lunghi sentieri, da un fiume trasparente, dove vengono svolte numerose attività sportive, dai laghi, da una montagna, che porta il nome di Terminillo.