Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, niente pedaggio su A24-A25 per i residenti. I sindaci: "Ancora non basta"

Luigi Spaghetti
  • a
  • a
  • a

La politica esulta, un po’ meno i sindaci. Sembra un paradosso ma non lo è. L’approvazione da parte della Camera dei deputati dell’ordine del giorno, a prima firma del capogruppo di Fratelli d’Italia Francesco Lollobrigida, che prevede l’esenzione per i cittadini di Abruzzo e Lazio del pedaggio della Strada dei Parchi, “dà sollievo economico a tutti i residenti dei Comuni interessati dai due tratti autostradali” ma non risolve in modo strutturato il problema. "Abbiamo appreso che sarà portato in aula e discusso un ordine del giorno di Fratelli d'Italia sui pedaggi A24 e A25 – spiega Velia Nazzarro, sindaco di Carsoli e portavoce dei 113 Comuni che secondo l’odg sono esenti dai pedaggi -. Mi sembra una proposta difficile da attuare e non è ben delineato il modus operandi. Noi sindaci, impegnati da 4 anni nella lotta al caro pedaggi e per la sicurezza delle due autostrade facciamo riferimento alle parole del ministro Enrico Giovannini: gli aumenti sono bloccati per tutti fino al 31 dicembre e noi continuiamo il nostro impegno per avere soluzioni e risposte chiare e definitive" ribadisce Velia Nazzarro.

 

 

Quindi altro che “documento importante che ha sostenuto le proteste dei 113 sindaci dei territori coinvolti da rincari decennali e non più tollerabili e da prefigurazioni governative niente affatto rassicuranti” come sostenuto dagli esponenti regionali di Fratelli d’Italia ai quali va comunque il merito di aver cercato di trovare una soluzione. “Ben vengano iniziative come queste – ribadisce Velia Nazzarro – ma il problema non può essere circoscritto ai residenti che saranno chiamati a dimostrare al casellante la propria residenza (torneranno di moda le autocertificazioni?).

Questi territori vivono di turismo e il turista che sceglie di venire da noi non deve essere tartassato. Per questo in attesa di capire come evolverà la discussione e soprattutto quanto il governo si impegnerà a valutare l’opportunità di esentare i residenti dei Comuni siti lungo l’autostrada A24-A25 che la percorrono per svariati motivi (professionali, di studio, per esigenze sanitarie etc), noi proseguiremo la nostra battaglia per tutti, residenti e non”. Venerdì, intanto, i sindaci torneranno a riunirsi e sul tavolo ci sarà anche la valutazione dell’odg presentato da FdI. Per la provincia di Rieti aderiscono i sindaci di Paganico Sabino, Colle di Tora, Ascrea, Collalto Sabino, Pescorocchiano, Petrella Salto, Collegiove, Nespolo, Borgorose, Varco Sabino, Concerviano, Marcetelli, Fiamignano, Antrodoco, Palombara Sabina, Turania, il presidente di Anci Abruzzo e del Lazio, i commissari delle comunità montane IX, X e VII.