Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, si tuffa nel Velino ma resta bloccato sui ruderi del ponte Romano. Scattano i soccorsi

L.S.
  • a
  • a
  • a

Probabilmente ha cercato di trovare un po' di refrigerio provando a fare una nuotata nelle acque del fiume Velino. Ma è stata una cattiva idea se non altro perchè, nonostante le temperature estive, quelle del fiume che attraversa la città sono notoriamente gelide anche d'estate, figuriamo in primavera, seppur inoltrata. Sta di fatto che per il giovane ardimentoso quella che doveva essere una esibizione trionfale si è trasformata in una clamorosa e forse inattesa (per lui) figuraccia.

E meno male che non è finita peggio. L'aitante nuotatore, infatti, con indosso solo boxer e calzini, dopo poche bracciate non è riuscito più a coordinare i movimenti proprio a causa delle basse temperature dell'acqua. E così arrancando è riuscito ad aggrapparsi ai ruderi dell'antico Ponte Romano con decine di reatini che dall'alto  hanno assistito alla scena e persino cercato di incoraggiare il ragazzo visibilmente provato.  Niente, praticamente paralizzato e infreddolito non è più riuscito a tornare a riva anche a causa della forte corrente che rischiava di trascinarlo via.

Finalmente sono scattati i soccorsi poco dopo le 19 e sul posto sono arrivati polizia di Stato, vigili del fuoco e 118 che hanno provato a tranquillizzarlo. Il giovane è stato successivamente recuperato con l'ausilio di un gommone tra qualche timido applauso dei presenti che hanno seguito la bravata dagli argini. Resta da capire cosa l'ha spinto a fare il bagno fuori stagione che, per come si era messa, poteva costargli molto cara. Comunque, come si dice, tutto è bene quel che finisce bene...