Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Monterotondo, incendio Setra: la proprietà dell'azienda cerca una nuova sede

Matteo Torrioli
  • a
  • a
  • a

Monterotondo, Nonostante sia andato tutto distrutto la Setra Vernici vuole subito ripartire. Come una fenice, l’azienda di vernici andata completamente distrutta nel rogo esploso lo scorso 16 maggio sta già cercando una nuova sede per far ripartire l’attività. Il titolare dell’azienda, che in questi giorni si è visto spesso con i circa 20 dipendenti, si sarebbe già mosso, anche attraverso il consorzio industriale dello Scalo il Caimo, per trovare un nuovo capannone e riprendere immediatamente a lavorare.

 

 

La vecchia struttura, infatti, è andata completamente distrutta ed è ormai inutilizzabile. Nel frattempo diventa meno preoccupante anche la situazione generale della zona industriale. Durante il rogo, infatti, una forte esplosione aveva fatto saltare alcuni tombini e si erano notate delle buche dell’asfalto. In molti hanno temuto per un cedimento delle fognature ma, almeno dalle prime verifiche, i danni sono assolutamente contenuti.

 

Anche i capannoni limitrofi, grazie alla distanza di sicurezza, non hanno riportato conseguenze alcune. Nel frattempo la Procura di Tivoli ha aperto un fascicolo di indagine in relazione all'incendio. Il procedimento, per il reato di incendio, è al momento contro ignoti. Un atto dovuto grazie al quale sarà possibile portare avanti le indagini in un determinato bene e capire cosa abbia innescato l’incendio. Per fare questo, però, servirà altro tempo. I vigili del fuoco, infatti, hanno lasciato il sito anche se sotto cenere c’è ancora vario materiale incandescente. Questo rende impossibile, per ora, fare accertamenti ulteriori.