Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, il progetto riqualificazione ex Croce Rossa di Fara in Sabina sbarca a Berlino

Paolo Giomi
  • a
  • a
  • a

L’Agenzia del Demanio porterà il progetto di riqualificazione dell’ex Croce Rossa di Fara Sabina all’International Hotel Investment Forum di Berlino (Ihif), fiera internazionale dedicata all’industria dell’ospitalità, in programma proprio in questi giorni nella capitale tedesca. E tra gli appuntamenti in programma nella giornata di oggi c’è quello che ha come partner l’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane (Ice), e che vedrà la promozione del complesso farense all’iniziativa organizzata dall’Aica, acronimo di Associazione Italiana Confindustria Alberghi, nella cornice dello spazio Italia Hospitality, e, nel pomeriggio di oggi, agli investitori presso l’ambasciata Italiana a Berlino.

 

L’idea portata avanti dai promotori è quella di realizzare nel complesso che troneggia di fronte al borgo di Fara Sabina una struttura alberghiera di alto livello, al momento assente nel territorio sabino. I punti di forza sono il grande giardino legato al fabbricato principale, perfetto per ospitare eventi, e l’area verde che potrebbe portare alla realizzazione di campi sportivi. E questo per quanto riguarda una sola parte del complesso, mentre per l’ex preventorio Iolanda di Savoiasituato in posizione più isolata ma allo stesso tempo facilmente raggiungibile, l’ipotesi è quella della realizzazione di una Residenza Sanitaria per Anziani, o per altri usi legati all’attività espositiva. 

 

Il terzo “braccio” del progetto, che coinvolge la parte restante del comprensorio, prevede la realizzazione di un complesso a metà tra il pubblico e il privato, in grado di ospitare un polo culturale, con all’interno dell’ex casa del medico spazi per laboratori e ricerca, localizzato nell’area destinata a verde pubblico. Questa l’idea, per la quale serviranno capitali (e non pochi) ed energie nuove, magari internazionali.
“Siamo felici che il progetto sulla riqualificazione del complesso dell’ex Croce Rossa venga presentato in un contesto internazionale tanto importante - dichiarano il sindaco di Fara in Sabina, Roberta Cuneo, e l’assessore all’Urbanistica e ai Lavori Pubblici, Giacomo Corradini -. da parte nostra sarà massimo l’impegno per realizzare, entro dicembre 2022, una valorizzazione urbanistica del sito, come previsto dall’intesa con il Demanio. L’appuntamento di questi giorni dimostra la reale volontà delle Istituzioni di recuperare e riqualificare il sito, nel rispetto dei suoi caratteri storici e architettonici, e ringraziamo il Demanio per questo. Ci auguriamo che questo appuntamento possa rappresentare l’inizio di un percorso di rinascita di un luogo molto amato e bellissimo - concludono gli amministratori farensi - e con esso del territorio di Fara in Sabina”.