Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, la vertenza Mvm finisce in parlamento. Appello dei lavoratori a Melilli

Marco Staffiero
  • a
  • a
  • a

I lavoratori della Mvm hanno incontrato il presidente della Commissione Bilancio della Camera, Fabio Melilli e, assistiti da Cdlt Cgil, Cisl, Uilm, Slc Cgil, Fistel Cisl, hanno illustrato la loro situazione drammatica. I 70 dipendenti dell’azienda, che si occupa di telefonia e rete internet per grandi provider nazionali, sono da oltre due mesi senza stipendio. Giovedì l’azienda romana non si è presentata alla convocazione del vicesindaco Sinibaldi al Comune, con i lavoratori ed i sindacati, per trovare un accordo, facendo aumentare la loro preoccupazione.

“I lavoratori della ditta Mvm – fanno sapere i sindacati – facendo seguito ai contatti informali avuti nei giorni precedenti, si sono incontrati con il deputato Fabio Melilli per informarlo sulla situazione insostenibile che si è determinata dal mancato pagamento delle retribuzioni spettanti. La richiesta di interessamento alla vertenza trae origine oltre che dal mancato pagamento degli stipendi anche dalla necessità di garantire un servizio essenziale al territorio e che l’azienda non sta garantendo”. Nella interlocuzione avuta con Melilli, il parlamentare ha manifestato solidarietà con i lavoratori e preoccupazione per il possibile rallentamento dell’implementazione della fibra sul territorio provinciale e che avvierà una interlocuzione coi i committenti per addivenire al più presto ad una definitiva composizione della vertenza. “Tra poco – ha dichiarato l’onorevole Fabio Melilli – i sindacati incontreranno il prefetto. E’ una situazione difficile, che richiede l’intervento delle società clienti dell’azienda Mvm stesse. Si sta parlando della salvaguardia di 70 lavoratori, delle loro famiglie e la continuità del servizio di comunicazione, internet nel territorio”. 

Intanto, i lavoratori hanno ricevuto una mail che preannunciava lo sblocco dei pagamenti da parte dell’azienda “attraverso bonifici relativi a un primo acconto delle retribuzioni dovute” e che “nei prossimi giorni verranno inviate ulteriori comunicazioni relative al saldo delle restanti spettanze”.
La situazione difficile della Mvm potrebbe mettere in compromettere il progetto avviato da Tim e Comune? Alla domanda ha risposto direttamente l’azienda di telefonia. “Continuiamo ad affidare regolarmente – hanno dichiarato da Tim – alla Mvm lavori in appalto, nel rispetto del rapporto in essere. L’azienda sta già monitorando attentamente la situazione e interverrà qualora si dovessero verificare situazioni tali da pregiudicare il corretto svolgimento delle attività di sviluppo e manutenzione dell’infrastruttura di rete”.