Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, in due anni oltre trenta trapianti di tessuto muscolo scheletrico

Marco Staffiero
  • a
  • a
  • a

Per la Giornata nazionale della donazione di organi e tessuti, che quest’anno si svolge il 24 aprile, la Asl di Rieti in collaborazione con il Coordinamento aziendale per le donazioni di organi e tessuti (CAD), ha organizzato ieri un evento di informazione e sensibilizzazione con la predisposizione di info-point all’ingresso del Presidio ospedaliero di Rieti e del Distretto Rieti 1 di via delle Ortensie. “Abbiamo già 4 donazioni di tessuto sclero corneale dall’inizio dell’anno – ha dichiarato la dottoressa Rosetta Ferri, referente del coordinamento locale trapianti della Asl di Rieti –. Sono dati importanti, che sottolineano la sensibilità della popolazione verso un argomento fondamentale. Il trapianto è l’unica terapia salvavita per tutti coloro affetti da gravi ed irreversibili patologie d’organo.

L’atto di donare è un atto di grande amore nei confronti del prossimo. Non c’è trapianto senza donazione”. Il coordinamento trapianti di Rieti è nato nel 2006 portando avanti inizialmente attività di formazione, informazione ed identificazione di potenziali donatori di tessuti. Dal 2019 presso la Asl di Rieti è attivo, in collaborazione con la Banca del Tessuto muscoloscheletrico dell'IFO di Roma, anche il percorso di donazione di testa del femore in tutti quei pazienti sottoposti ad intervento di artroprotesi d'anca, favorevoli alla donazione. Mentre, dal 2020 è iniziata l’attività di donazione muscolo scheletrico da donatore vivente.

Nel 2021 ci sono stati tre donazioni multiorgano e sono stati trapiantati 11 organi a 8 persone. Inoltre, dal 2020 ad oggi sono state oltre 30 le donazioni di tessuto muscolo scheletrico da donatore vivente. Una continua attività importante, che premia tutto il territorio. Non a caso il Centro nazionale trapianti (CNT) ha collocato la provincia di Rieti al di sopra della media nazionale per indice del dono, con un indice uguale a quello della provincia di Milano. Il CAD della Asl di Rieti lavora per assicurare l’immediata comunicazione dei dati clinici e biologici riferiti al donatore al Centro Regionale Trapianti e al Centro Nazionale Trapianti; coordina gli atti amministrativi relativi agli interventi di prelievo curando i rapporti con le famiglie dei donatori; svolge attività di informazione dedicata alla popolazione e di formazione del personale sanitario. All’incontro di ieri nei due info-point, oltre agli operatori sanitari, molte persone si sono fermate per chiedere informazioni. “Sono una donatrice di sangue - ha dichiarato Nunziata Renzi di 70 anni - da un po di anni. Mi sono fermata qui per avere qualche informazione. La donazione è l’essenza della vita. Senza gli altri non possiamo vivere. Tutti abbiamo bisogno di aiuto, qualsiasi esso sia. E quello del donare, penso che sia l’azione più nobile”.