Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, lavoro. Vertenza Mvm, Comune e Provincia convocano l'azienda

Marco Staffiero
  • a
  • a
  • a

Cresce la preoccupazione tra i 70 lavoratori della Mvm. Ieri, 22 aprile, il vicesindaco Daniele Sinibaldi ha convocato nella sede del comune i sindacati e lavoratori, per ascoltare la situazione di emergenza. All’incontro oltre, al Presidente della provincia Mariano Calisse erano presenti le sigle sindacali di Slc/Cgil, Uil/M, Cisl e 5 lavoratori dell’azienda  romana che si occupa di telefonia e rete internet per grandi provider nazionali. I sindacati, insieme alla testimonianza dei lavoratori, hanno ribadito la situazione di enorme disagio, che stanno vivendo. Due mesi interi senza stipendio con 70 famiglie ad affrontare la situazione di enorme emergenza economica.

 

“Continue promesse – hanno detto i lavoratori presenti – che non sono mai state rispettate. La nostra situazione di disagio a breve coinvolgerà anche alcuna parte della popolazione per un disservizio delle comunicazioni. Non dimentichiamo, che l’azienda ha importanti clienti come Tim, Enel e Open Fiber. Ad oggi sono circa 50/60 le famiglie , che non hanno accesso a internet nel territorio e necessitano di un intervento rapido. La stessa Tim a dicembre a pagato alla Mvm 3 mesi anticipati e dove sono finiti quei soldi?”. I lavoratori sono in sciopero da oltre 15 giorni e lo stato di agitazione durerà fino al 28 di aprile. Da parte loro il vicesindicaco Sinibaldi e il Presidente Calisse, ascoltando le difficoltà dei lavoratori si sono impegnati a coinvolgere anche l’azienda stessa. “Alla fine di questa riunione - hanno dichiarato Sinibaldi e Calisse – manderemo subito all’azienda un invito a partecipare ad un incontro qui nel comune con voi. Lo faremo il 28 di aprile, giorno stesso in cui l’azienda si era impegnata nei giorni scorsi ad effettuare i pagamenti ai lavoratori. Dell’incontro informeremo anche la prefettura”.

 

Durante il dibattito i partecipanti, parlando di Tim, un cliente importante della Mvm, hanno ricordato proprio un accordo fatto qualche mese fa in Comune, con l’azienda di telefonia. Tim infatti porterà la fibra ottica ultraveloce a Rieti. La città è stata inserita nel piano nazionale di cablaggio in tecnologia FTTH di FiberCop, la nuova società infrastrutturale del Gruppo Tim, per rendere disponibili connessioni fino a 1 Gigabit/s. Il  progetto vede un investimento stimato di 8,3 milioni di euro in sinergia con l’amministrazione comunale. Le difficoltà, se non verranno risolte quanto prima potrebbero spandersi a macchia d’olio. Durante l’incontro di ieri, non era difficile vedere negli occhi dei dipendenti, rammarico e ingiustizia, per un diritto negato come quello del lavoro pagato. “Martedì – ha commentato il lavoratore dell’azienda Angelo Muzzi – ho dovuto chiamare la mia banca per chiedere il posticipo dei vari pagamenti. Ho una famiglia con tre bambini, le spese sono tante, non si arriva mai a fine mese e questa mancanza da parte dell’azienda non ci voleva”.