Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Santa Barbara da tutto esaurito. Occhi puntati sul 2018 e proposte di modifiche per la fiera

Monica Puliti
  • a
  • a
  • a

Un successo l'edizione 2017 della manifestazione Santa Barbara nel mondo, in onore della patrona della città. "C'è stata una partecipazione quasi dell'intera comunità. - commenta Pino Strinati, presidente dell'omonima associazione culturale - Nella giornata del 3 dicembre, nonostante il maltempo, c'erano migliaia di persone lungo le sponde del Velino e la processione è stata perfetta. Per quanto riguarda gli incontri con gli studenti, i ragazzi sono stati molto interessati e sono rimasti contenti, in particolare per l'incontro con il generale Angiolo Pellegrini". Ma i festeggiamenti di Santa Barbara nel mondo non sono ancora terminati. "L'8 dicembre - annuncia il presidente Strinati - ci sarà la Festa dei marinai, organizzata dalla sezione Marinai d'Italia di Rieti, che è una consuetudine nel quartiere Madonna del Cuore. Alle 11.30 sarà celebrata la messa, seguita da una processione fino al monumento ai Caduti con la deposizione della corona d'alloro. Mentre il 9 dicembre, per la prima volta, a Corvaro, ci sarà la Festa dei minatori e alle 11 sarà celebrata la santa messa dal vescovo Domenico Pompili. La festa è organizzata dalla parrocchia di Corvaro e don Francesco Salvi". E già si lavora alla prossima edizione: "I punti di riferimento saranno il Vangelo e la Costituzione - anticipa il presidente Strinati - perché il prossimo anno sarà il 70esimo anniversario della Carta. L'edizione 2018 sarà incentrata sui valori di legalità, solidarietà, giustizia sociale e pace". E poi la proposta di qualche modifica da apportare: "Va rilanciata la fiera, da legare all'evento religioso, che non può essere lasciata ai margini della città. Propongo quindi che venga realizzata nell'asse stradale dei due viali Morroni e Canali, da Porta d'Arce a Porta Cintia. Poi bisognerebbe dislocarla nelle piazze e nei chiostri della città in modo che la gente andando in fiera abbia l'opportunità di andare anche in chiesa". Altra cosa importante per il presidente dell'associazione è organizzare l'evento per generi: il chiostro dei libri, dei fiori o degli utensili. "Soprattutto - conclude - promuovere la fiera nelle città di Terni, Perugia e Roma. E vorrei che ci fossero treni speciali con musicisti che accogliessero i visitatori, oltreché organizzare concerti di musica sacra e classica nelle chiese". Elisa Sartarelli