Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Monterotondo, spaccio. Donna di Palombara sorpresa con la cocaina, arrestata dai carabinieri

 Compagnia carabinieri Monterotondo

  • a
  • a
  • a

I carabinieri della Compagnia di Monterotondo hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio, oltre che nella città eretina, sul versante Tiberino dove si concentrano i principali poli commerciali del territorio con l’impiego anche dei reparti speciali dell’Arma, per controllare il rispetto della normativa di tutela del lavoro e dell’ambiente. Al termine del servizio è stata arrestata una donna per reati inerenti gli stupefacenti e denunciate a piede libero diverse persone per differenti violazioni. Infine numerose sanzioni sono state elevate alle attività imprenditoriali ispezionate dai Carabinieri per la Tutela del Lavoro e Carabinieri Forestali. La stazione di Palombara Sabina ha arrestato una donna operante nelle piazze di Monterotondo, già più volte arrestata in flagranza per detenzione a fini dispaccio di cocaina, ed in una costanza, in aperta violazione della misura dell’obbligo di dimora in Palombara, è stata sorpresa dai carabinieri della sezione operativa nel centro storico di Monterotondo.

 

Dalla segnalazione all’Autorità Giudiziaria ne è così scaturito l’aggravamento della misura e l’ordinanza d’arresto e sottoposizione ai domiciliari eseguita durante il servizio straordinario messo in campo dai carabinieri. Nell’ambito della stessa attività, sempre nel centro storico di Monterotondo, una donna è stata denunciata perché sorpresa a spacciare cocaina; la successiva perquisizione a casa ha permesso ai carabinieri di rinvenire e sequestrare in totale 8 grammi di polvere bianca. Sono state inoltre sequestrate diverse dosi di cocaina e hashish a 9 soggetti del centro eretino che sono stati segnalati alla Prefettura di Roma quali assuntori. Quattro persone sono state inoltre denunciate a piede libero dalla Stazione di Nerola poiché gravemente indiziate di truffa. Così in un comunicato il Comando Provinciale Carabinieri Roma.

 

Sempre nel comune di Monterotondo i carabinieri dell’Ispettorato del Lavoro di Roma, accompagnati dai carabinieri della locale stazione, hanno ispezionato un cantiere edile per la costruzione di alcune villette. Al termine dei controlli il Reparto Speciale dell’Arma ha sospeso l’attività per gravi violazioni della normativa sulla sicurezza sui luoghi di lavoro: sono state infatti riscontrate numerose irregolarità sia sul ponteggio che sulla elaborazione del Piano Operativo di Sicurezza. Tali violazioni hanno imposto l’interruzione dell’attività per evitare l’esposizione a rischio infortuni dei lavoratori. Per le stesse violazioni sono state elevate diverse sanzioni per un totale di quasi 20mila euro. I carabinieri forestali hanno invece ispezionato un’attività di rivendita e manutenzione gomme, nonché un deposito di materiali edili. Per entrambe le attività, pur non riscontrando gravi violazioni, sono state impartite alcune prescrizioni sul corretto smaltimento dei rifiuti prodotti. Infine, nel corso di controlli alla circolazione stradale sono stati fermati 155 veicoli ed identificate 179 persone; elevate 17 contravvenzioni al codice della strada, mentre nel controllo della normativa Covid negli esercizi pubblici un avventore è stato sorpreso a consumare al tavolo privo di Green Pass, per cui è scattata la sanzione sia per lui sia per l’esercente che non ne ha chiesto l’esibizione.