Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, presto in funzione 43 impianti di videosorveglianza per la sicurezza dei cittadini

  • a
  • a
  • a

Saranno 43 le telecamere che a breve entreranno in funzione e garantiranno la sicurezza dei cittadini di Rieti. Infatti, attraverso un investimento cofinanziato voluto dall’assessore all’innovazione tecnologica, Emiliana Guadagnoli, l’amministrazione comunale ha provveduto al ripristino di nove impianti di videosorveglianza (tutti all’interno della città, dislocati su vari quartieri) che per vari motivi nel corso del tempo erano stati inattivi o non più utilizzabili. Attualmente, dunque, gli impianti attivi di videosorveglianza del Comune di Rieti salgono a 35. “Presto però - conferma l’assessore Giagnoli - saranno installate ulteriori otto telecamere fino a raggiungere un numero complessivo di impianti funzionanti pari a 43”. 

 


In altre parole Rieti si adegua alla tecnologia per cercare di aumentare la sicurezza attraverso diversi dispositivi alcuni dei quali già in funzione. Basti pensare ai T-red, telecamere intelligenti, capaci di leggere il numero di targa degli automobilisti indisciplinati che transitano con il rosso. C’è poi da ricordare - come tengono a sottolineare dal Comando della Polizia locale di via della Foresta - il progetto presentato aderendo al bando del Ministero dell’Interno “Rietinsicurezza” per contrastare fenomeni di criminalità attraverso l’attivazione di 2 telecamere sul LungoVelino, 1 alla stazione e 1 a San Francesco.

 

 

Da ricordare che il Comune ha pure presentato il progetto “In-dipendenza” del Ministero per implementare le telecamere puntando a contrastare il fenomeno dello spaccio pre adolescenziale e adolescenziale attraverso l’installazione di telecamere in prossimità delle scuole medie (piazza Marconi, Campoloniano, via Belvedere, piazza XXII Settembre) e in due punti sensibili come Largo Bonfanti e Largo Fiordeponti. A questo si aggiunge il progetto “Lazio Sicuro” che mette insieme i sistemi di videosorveglianza di polizia locale e forze dell’ordine con la centrale della Questura.