Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, rapina a mano armata nella banca Credem di via Comotti: bottino da 20 mila euro

Esplora:

Paola Corradini
  • a
  • a
  • a

Un bottino che si aggira intorno ai ventimila euro quello che si sono portato via dalla sede della Credem, i due rapinatori che ieri mattina, 14 febbraio, intorno alle 9.30, sono entrati all'interno della filiale di via Comotti. Volto coperto e irriconoscibili, con uno dei due che impugnava una pistola, anche se, stando alle prime testimonianze raccolte dai carabinieri del comando provinciale di Rieti, arrivati sul posto pochi minuti dopo l'allarme, erano entrambi uomini e italiani. Gi uomini dell'Arma hanno ascoltato i cassieri, visibilmente spaventati e alcuni testimoni che si trovavano fuori dalla banca soprattutto per capire se i rapinatori si siano allontanati verso Roma e questa al momento è l'ipotesi più probabile.

 

Probabilmente c'era un terzo complice che li aspettava in auto oppure avevano parcheggiato a pochi metri dalla Credem per poi darsi alla fuga. I carabinieri al momento non escludono alcuna ipotesi e per questo hanno immediatamente acquisito tutte le immagini contenute nelle telecamere interne ed esterne alla banca per cercare di ricostruire quanto accaduto. Immagini che sono già al vaglio degli esperti informatici per raccogliere qualsiasi tipo di informazione utile. L'ipotesi più probabile è che comunque i due rapinatori non siano di Rieti e che la rapina alla non è collegata in alcun modo a quella messa a segno nella filiale di Banca Intesa al De' Lellis qualche settimana fa anche perché i due rapinatori che hanno messo a segno il colpo nella mattinata di ieri, secondo le prime testimonianze raccolte erano molto più organizzati. Q

 

uindi un colpo sicuramente studiato a tavolino e non è escluso che nei giorni precedenti chi ha messo a segno il colpo si sia recato proprio presso l'istituto di credito o comunque abbia avuto informazioni raccolte da uno o più complici. Quello che è certo è che in poco tempo sono state tre le banche rapinate anche se con metodi diversi: Banca Intesa, Credem e la filiale Unicredit di Passo Corese. Le indagini da parte del comando provinciale dei carabinieri si muovono a trecentosessanta gradi e si stanno cercando anche colpi messi a segno dall'inizio dell'anno anche in regioni limitrofe sempre da due uomini a volto coperto. Ci vorrà del tempo per confrontare i dati acquisiti ma le ricerche non si fermano.