Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, terremoto. Il presidio dei vigili del fuoro resterà ad Amatrice per tutto il 2022

  • a
  • a
  • a

AMATRICE
Il capo dipartimento della Protezione civile, Fabrizio Curcio, vista la proroga dello Stato di emergenza per il ‘Sisma Centro Italia’, ha disposto il mantenimento degli assetti straordinari del personale dei vigili del fuoco nel Lazio e Marche fino al 31 dicembre prossimo. La notizia è stata accolta con soddisfazione da Massimo Rinaldi della Fns Cisl.

 

“Ci siamo sempre spesi in questa direzione e sempre lo faremo perché questa presenza sul territorio, oltre ad essere importante per esigenze di protezione civile, garantirà la continuità di un presidio operativo indispensabile nell’area severamente colpita dal terremoto del 2016 – sottolineano dalla Cisl – tenendo anche in considerazione che la nostra presenza diventa ancor più fondamentale per il numero dei cantieri edili ancora aperti nell’area, in continua evoluzione ed espansione anche per l’approvazione del Piano straordinario di ricostruzione del centro storico di Amatrice".

 

 Il nostro appello ancora una volta è stato ascoltato e ci sentiamo di ringraziare il comandante dei Vigili del Fuoco di Rieti Paolo Marianantoni, il sindaco di Amatrice Giorgio Cortellesi, il sindaco di Cittareale Francesco Nelli e tutti coloro che si sono uniti nel richiamare l’attenzione delle istituzioni sulla fondamentale presenza dei vigili del fuoco sul territorio dell’Alta Valle del Velino. Resteremo vigili affinché venga garantito in tutta l’Alta Valle del Velino un sistema organizzato di sicurezza grazie agli uomini, mezzi e professionalità del Corpo dei vigili del fuoco”, conclude la Cisl. Per il sindaco di Amatrice una buona notizia “in considerazione dell’elevato numero di cantieri aperti nella zona del cratere”.