Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, cassa integrazione per 105 lavoratori della Lombardini

Alessandro Toniolli
  • a
  • a
  • a

Imr Industries: il nuovo corso della Lombardini comincia oggi, 11 gennaio. con la cassa integrazione, formazione e nuovi impianti. Per i pochi lavoratori ex Elexos ancora in attesa di essere assunti dalla Seko si cerca di accorciare i tempi di attesa. Due situazioni ancora aperte per guardare al futuro in maniera positiva nel nucleo industriale di Rieti sono una notizia, anche se non si parla di nuovi posti di lavoro, ma di un futuro più tranquillo per personale precedentemente impiegato nel territorio del nucleo industriale. A fare il punto sulla situazione Luigi D’Antonio, fresco membro della segreteria regionale dei metalmeccanici della Cgil e comincia dalla ex Lombardini: quella che si prospetta è una nuova sfida industriale, nuovi prodotti di qualità e tecnologicamente avanzati che hanno bisogno di nuove macchine ed impianti e di nuove competenze per il personale impiegato.

 

Il domani inizia oggi per i 105 neo assunti “il progetto di reindustrializzazione passa attraverso la cassa integrazione di 12 o 24 mesi per riorganizzare e ristrutturare lo stabilimento”. Durante questi mesi “sono previsti periodi di formazione, anche con esperienze in stabilimenti del gruppo in attività”. Lo sguardo di tutti è ora però volto all’inizio della nuova produzione “l’ipotesi prevista dal piano industriale è di iniziare gradualmente nel quarto trimestre del 2021” prosegue Luigi D’Antonio. Chiusa l’operazione ora la speranza è che i tempi siano in più brevi possibili “i 12/24 mesi sono un intervallo di tempo scelto con criteri cautelativi, noi speriamo che il processo possa essere più breve”. Attorno a quello stabilimento era attivo e tornerà ad esserlo con la ripresa delle attività un indotto, fatto di fornitori di prodotti e servizi per la produzione, ma anche del servizio di mensa, di pulizia, ed anche per loro i tempi sono importanti”.

 

 

Tempi importanti anche per gli ex lavoratori Elexos, meno di una decina, 6 per la precisione, che aspettano il loro momento per entrare a far parte del personale di Seko, industria reatina che ha rilevato lo stabilimento e che sta vivendo un periodo felice in quanto a commesse; proprio i buoni risultati dell’azienda spingono D’Antonio a chiedere in un incontro in agenda per domani in Regione Lazio che siano fatti tutti gli sforzi possibili perché il tempo limite fissato in sede di trattativa sindacale, maggio 2023, venga anticipato al massimo, in modo che anche quella vertenza si possa finalmente dire felicemente conclusa.