Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, elezioni comunali. Barina (Italia Viva): “La leadership del terzo polo spetta a noi”

F.L.
  • a
  • a
  • a

Il prossimo voto amministrativo continua ad agitare i partiti e le coalizioni. Solo il centrodestra, in apparenza, dorme sonni tranquilli, anche se il candidato sindaco Daniele Sinibaldi continua a lavorare per cercare di allargare la coalizione al centro. Impresa che non è scontata. Dall’altra parte del fronte si naviga a vista. Se il centrosinistra è ancora apparentemente fermo, ancora indeciso a chi e come affidare il ruolo di candidato sindaco e con quale coalizione, all’interno del nascente terzo polo o comunque in quell’area di centro che vorrebbe ritagliarsi un ruolo determinante, cominciano ad arrivare i primi distinguo. A mettere qualche paletto arriva il comunicato di Italia Viva a firma della coordinatrice provinciale Susanna Barina che rivendica l’azione e i risultati del suo partito e bacchetta quelle forze politiche ancora alle prese con divisioni laceranti e personalismi evidenti.

 


 

“Leggiamo anche noi le notizie uscite sulla stampa relative alle candidature degli aspiranti sindaci per le prossime elezioni amministrative di primavera per il comune di Rieti e allora vogliamo precisare alcuni aspetti per dare il nostro contributo e delineare un quadro più completo della situazione politica ai cittadini. Da mesi Itali Viva con spirito costruttivo, fa appelli a tutte le forze politiche presenti in città per dar vita ad una offerta politica in grado di porre fine ai tanti problemi della città e al lento declino del tessuto socioeconomico che attaglia famiglie, imprese e giovani. A pochi mesi dalle elezioni, una buona parte di queste forze, ancora non è riuscita a indicare un candidato unitario. Con rammarico e preoccupazione emergono ancora personalismi e divisioni laceranti. Italia Viva tuttavia ha continuato a lavorare sul territorio per realizzare il suo progetto politico riformista. Il risultato conquistato nelle elezioni provinciali del 18 dicembre con l’elezione del coordinatore e sindaco di Stimigliano, Franco Gilardi, certifica un progetto politico valido e la leadership, del cosiddetto terzo polo, spetta a Italia Viva”.

 

Poi arriva l’affondo al candidato sindaco del terzo polo: “L’aspirante candidato ex assessore Carlo Ubertini indicato come candidato del terzo polo, è invece, il candidato principalmente del Psi. Pur non dimenticando le conseguenze nefaste causate dal sisma del 2016 e dal Covid19 negli ultimi due anni, non possiamo denunciare il fatto che i dati statistici negativi del capoluogo, e i fatti e i problemi non risolti, noti a tutti, sono il risultato di decenni di amministrazioni miopi e poco efficaci. Nessuno può negare che la responsabilità è stata principalmente della forze politiche che più hanno governato la città. Infine, senza retorica, Itali Viva ricorda che il momento storico inedito che stiamo vivendo, necessità di una forte presa di responsabilità e non solo delle forze politiche ma da parte di tutti cittadini e istituzioni. Bisogna guardare il futuro costruendo ‘ponti e non muri‘ per il bene della comunità”.