Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti Covid, aumentano contagi e ricoveri in ospedale: al De Lellis 22 persone, 2 in terapia intensiva

  • a
  • a
  • a

“Il 90% dei ricoverati non è vaccinato o non ha completato il ciclo vaccinale. I due pazienti ricoverati in Terapia Intensiva non sono vaccinati”. E' tutto qui il nodo o almeno una parte di ciò che oggi è diventato una situazione al limite per la sanità reatina e di tutto il Paese. La tracciabilità è saltata, code infinite ai drive in per il test molecolare e file lunghissime davanti alle farmacie per i test rapidi dopo l'ordinanza firmata dal presidente Nicola Zingaretti lo scorso 30 dicembre.

 

Il bollettino della Asl conta 409 nuovi positivi di cui 149 a Rieti città e un totale dei positivi che sfonda i 2000 attestandosi a 2708. Totale per altro sottostimato visto che sono esclusi tutti i test rapidi eseguiti nelle farmacie visto che ad oggi nessuna ha ancora i dati di accesso per poter trasmettere i positivi all'ufficio preposto della Asl. Numeri che saliranno ancora anche se, nonostante la battaglia dei no vax, i vaccini stanno facendo il loro lavoro, soprattutto le terze dosi visto che la maggior parte dei positivi manifesta sintomi lievi soprattutto ora che la variante Omicron sembra essere la predominante anche nel Reatino. Intanto la campagna vaccinale va avanti con 244.000 somministrazioni raggiunte di cui 46.000 sono terze dosi, mentre sono 98.100 i cittadini che hanno completato il ciclo vaccinale primario. Arrivati a 102.000 quelli che si sono convinti a farsi somministrare la prima dose. Dal 1 al 3 gennaio sono stati 143, molti anche all'Open Day del 2 gennaio alla Caserma Verdirosi. Dal 24 dicembre a lunedì 3 gennaio ai drive in sono stati eseguiti 12627 tamponi con il personale che lavora ormai a ritmo serrato e non più fino alle 14 ma alle 16.

 

Al De' Lellis i ricoveri sono decisamente minimi rispetto allo stesso periodo dello scorso anno con un lieve aumento del tasso di occupazione di pazienti Covid-19 che ad oggi sono soltanto 22 in totale, 20 in regime ordinario e 2 in intensiva questi ultimi senza vaccino e gli altri quasi tutti solo con prima dose o non vaccinati. In occasione della riapertura delle scuole che il Governo dovrebbe annunciare in giornata, la Direzione Aziendale della Asl ha predisposto l’attivazione di una campagna di screening dedicata agli studenti delle scuole del territorio di tutta la provincia. La decisione si è resa necessaria visto l’andamento dell’attuale situazione epidemiologica, che vedrà sicuramente aumentare ancora i contagi, per garantire un rientro a scuola in sicurezza. Oltre ai drive-in già comunicati dalla Regione Lazio, per il Reatino quello di via del Terminillo e in provincia a Magliano Sabina, la Asl ha deciso di ampliare l’offerta e di eseguire i test su tutta la rete drive-in territoriale, secondo i giorni di apertura e gli orari di riferimento di ogni singola struttura. Si potrà Sarà prenotare il test a partire da venerdì 7 gennaio sulla piattaforma regionale con la sola tessera sanitaria e senza la prescrizione del medico o pediatra di famiglia, ma indicando però indicando l’Istituto scolastico frequentato. L’esecuzione dei test partirà il 10 gennaio e la campagna di screening dedicata alle scuole sarà svolta in collaborazione con l'Esercito Italiano.