Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, Capodanno. Bar e ristoranti, notte di controlli

Monica Puliti
  • a
  • a
  • a

Si intensificano i controlli delle forze dell’ordine in vista di questa notte, con l’impiego di un maggior numero di pattuglie e uomini sia nel comune capoluogo che a Terminillo così come nel resto del territorio provinciale. Controlli a 360 gradi ma che saranno concentrati, inevitabilmente, sull’emergenza della pandemia e che richiederanno uno sforzo ulteriore da parte di carabinieri, polizia, guardia di finanza e polizia municipale secondo le direttive uscite dalla Questura reatina che coordina gli accertamenti interforze.
“Le verifiche saranno dirette innanzitutto ad evitare gli assembramenti, espressamente vietati dalle nuove misure per il contenimento della pandemia – dicono dagli uffici di Largo Graziosi -, che riguarderanno sia le zone all’aperto che quelle al chiuso dei locali. Verificheremo che tutti indossino la mascherina, specie dentro i locali, e che tutti abbiano il green pass rafforzato. La notte di San Silvestro metteremo in campo un servizio straordinario che impegnerà più pattuglie e di cui renderemo conto i primi di gennaio”. 

 


Tutti più che avvisati, dunque: quello che ci apprestiamo a vivere sarà un Capodanno all’insegna della sobrietà imposta dalle limitazioni tese a contenere i contagi. Il lavoro di verifica non mancherà nonostante tanti ristoranti e locali, visto l’altissimo numero di disdette arrivate negli ultimi giorni man mano che si diffondevano le notizie sull’aumento della curva dei contagi, il 50% stimano le associazioni di categoria, rimarranno chiusi.

 

 

Distanziamento al chiuso, uso della mascherina – all’aperto e dentro, quando necessario – e green pass sempre a portata di mano per evitare multe salate. Niente spettacolo pirotecnico organizzato dal Comune di Rieti per la mezzanotte. La Questura, che doveva autorizzarlo, ha assimilato l’evento a quelli vietati dal Decreto Natale e per evitare assembramenti, con un dispositivo apposito, ha vietato lo spettacolo che sarebbe stato eseguito da Colle San Mauro. Nessuna restrizione invece per l’uso dei “botti” da parte dei privati cittadini.